Real, Cotichini: “I più forti sul campo siamo noi”

0

ROCCA DI PAPA /sport – Dopo il deludente pareggio contro la capolista Atletico Morena è il dirigente accompagnatore Giorgio Cotichini a scaldare gli animi e incoraggiare i ragazzi del Real.

“Mancano ancora cinque partite e sono tutte alla nostra portata, dobbiamo tenere salda la nostra posizione. Saranno cinque finali per noi e dobbiamo tenere duro”.

Qual è il bilancio della squadra fino ad ora?

“Siamo da cinque anni in seconda categoria e questo è il primo anno che riusciamo a raggiungere posizioni così alte in classifica, tanto da giocarci la promozione in prima categoria.  Il gruppo è affiatato e la società è soddisfatta di questi ragazzi e della passione che mettono in campo a titolo puramente volontario.

Siamo secondi in classifica ma il campo ci dice che siamo noi i più forti: nei due scontri diretti contro l’Atletico Morena abbiamo dominato sempre la partita e pareggiato, entrambe le volte, sullo scadere del tempo. E questa è anche sfortuna”.

Cosa  non ha funzionato domenica scorsa?

“È stata una  bella partita, giocata sul fil di lana. Abbiamo tenuto bene il campo e la squadra avversaria ha avuto solo poche occasioni da goal e solo su calci piazzati. Ci è mancato però quel pizzico di cinismo che serve quando si è in vantaggio per gestire la partita e arginare gli avversari. Sarebbe servita un po’ di esperienza in più, diciamo.

Siamo contenti però della partecipazione di pubblico che abbiamo registrato, che sicuramente incoraggia tutti i giocatori”.

Se il Real dovesse centrare l’obiettivo e salire di categoria?

“A quel punto dovremmo rivedere un po’ le strategie. Quest’anno grazie alla collaborazione di tutti, presidente e dirigenti, siamo riusciti a dare continuità e solidità alla squadra. Un sentito ringraziamento da parte della società Real Rocca di Papa va anche al delegato allo Sport Antonio Gentili.

Ma sicuramente impegni maggiori dovrebbero comportare una gestione corale dello sport cittadino. Se ne era già parlato e credo che il prossimo anno sia il momento giusto per pensare a una fusione del calcio roccheggiano, e parlo anche del calcio a 5, in una sola polisportiva.

Offrire un orizzonte sportivo diviso, a mio parere, significa sminuire il nostro calcio perché l’unione fa la forza.

Dopo un primo periodo di rodaggio della Nuova Polisportiva Rocca di Papa credo ci siano i presupposto per aprire un tavolo condiviso.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com