Un regolamento per vivere meglio i boschi e la Via Sacra

0

ROCCA DI PAPA/ attualità – Boccia: ”Non vogliamo porre divieti, ma regolamentazioni’

Si è svolto nel pomeriggio di ieri l’incontro sulla fruizione dei sentieri boschivi e soprattutto della Via Sacra voluto dal sindaco Pasquale Boccia, che ha riunito intorno al tavolo gli uffici comunali preposti, il Parco dei Castelli romani, la Soprintendenza, il delegato allo sport Antonio Gentili, il presidente della Pro Loco Emiliano D’Andrea e il presidente del Gruppo archeologico latino (Gal) di Rocca di Papa Francesco Casciotti.

Il tavolo aveva come obiettivo quello di rilanciare un percorso di condivisione nella gestione del patrimonio ambientale e culturale del territorio e soprattutto, quello di regolamentarne l’utilizzo. In seguito alla straordinaria opera di pulizia della Via Sacra messa in atto dai volontari del Gal, è sorta la necessità di gestire il traffico di bikers che si riversa quotidianamente sui sentieri di Monte Cavo, che offre discese e percorsi amati da molti appassionati di mountain bike, down hill e enduro.

“Noi non vogliamo porre divieti ma regolamentazioni, per poter dire ‘si’ a tutti coloro che amano il nostro territorio ed intendono viverlo con il massimo rispetto possibile” ha dichiarato il primo cittadino Pasquale Boccia.

I presenti hanno convenuto di stilare un regolamento condiviso che vieti il passaggio di biciclette non autorizzato sulla Via Sacra, per preservarne lo stato e i tratti maggiormente danneggiati, ma che al contempo consenta, sotto il benestare della Soprintendenza, lo svolgimento di escursioni poco impattanti e di gare di grande valenza per il territorio.

E’ inoltre in corso di studio la possibilità di realizzare un bike park a Rocca di Papa, per il quale la Pro Loco ha già individuato percorsi ad hoc e delineato una gestione condivisa con le associazioni sportive del territorio e la Federazione ciclistica italiana, per organizzare e gestire il grande afflusso di bikers, alla luce della fragilità del terreno di natura vulcanica e del pericolo che il passaggio veloce di biciclette comporta per tutti gli altri fruitori dei sentieri.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com