Rendiconto di bilancio, la minoranza grida al dissesto. Ma è un errore

0

ROCCA DI PAPA / attualità – Il Collegio dei Revisori dei Conti corregge la valutazione sul documento attestando che l’Ente non è in una situazione deficitaria

 

 

Si è svolto oggi in consiglio comunale l’approvazione del rendiconto per l’anno 2013.  La delibera, approvata con il voto contrario della minoranza e del consigliere Simone Pizziconi, ha suscitato un dibattito concitato e dai tratti grotteschi su un errore di valutazione da parte dei Revisori dei Conti.

Secondo il documento redatto in prima battuta dai tre controllori sul consuntivo, solo 5 parametri di criticità su 10 erano stati rispettati  perciò il Comune poteva ritenersi in una situazione deficitaria. Circostanza in base alla quale i consiglieri Crestini e Romei hanno gridato al dissesto, il secondo chiedendo addirittura le dimissioni del sindaco.

Nella giornata di ieri però gli stessi controllori, nominato dalla Prefettura proprio per esprimere un loro parere sulla gestione finanziaria dell’Ente, hanno rivalutato il documento e giudicati positivi 7 parametri invece di 5, scongiurando quindi il rischio di deficit.

Il sostanziale cambiamento dell’esito della valutazione è stata dovuta a due errori formali commessi in precedenza, che la maggioranza stessa aveva fatto notare.

Ma il nuovo documento, essendo giunto in extremis e non 20 giorni prima dalla data del Consiglio come prevede la legge, non è stato valutato dalla minoranza che si è espressa negativamente.

“E’ stato un anno eccezionale  – ha dichiarato l’assessore Maurizio Querini -, tutti ricordiamo le incertezze derivanti dal Governo Centrale sull’Imu, sulla Tares, ecc. Ma anche stavolta abbiamo rispettato il patto di stabilità, cercando di dare respiro alle imprese con i fondi della Cassa Depositi e Prestiti e mantenendo un indice di indebitamento molto più basso del consentito”.

Tra mancate entrate, dovute essenzialmente al ritardo nel passaggio da Acque Potabili ad Acea per le depurazioni e nell’attuazione del regolamento per la telefonia mobile, approvato solo a dicembre, insomma, il Comune non starebbe poi così male.

“La discussione politica su come impegnare i fondi l’abbiamo fatta a dicembre, in occasione dell’approvazione della previsione di bilancio – è stato l’intervento dell’assessore Mauro Fei -, ora dobbiamo prendere atto del documento redatto dai tecnici, quindi super partes, che attesta che l’Ente, fortunatamente, non è in una situazione deficitaria come la minoranza vorrebbe far credere”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com