A Monte Cavo la II edizione delle Feriae Latinae

0

feriaelatineeROCCA DI PAPA/ attualità – La rievocazione storica in costume delle feste dei popoli latini indette dal console Ottaviano Augusto

Sabato 14 giugno, dalle ore 9.30, si svolgerà a Rocca di Papa la seconda edizione della rievocazione storica delle antiche “Feriae Latinae” che vedrà la partecipazione delle associazioni di archeologia sperimentale.

Il programma di quest’anno è inserito nel più vasto progetto di Archeoclub d’Italia “Augusto 2000” e sarà ambientata all’epoca di Augusto, esattamente al 43 a.C., quando il successore del grande Cesare divenne console e salì al Monte Albano (oggi Monte Cavo) per compiere i sacri riti ed ottenere la legittimazione della massima divinità dei Latini.

L’Archeoclub d’Italia Aricino-Nemorense, la Legio Secunda Parthica Severiana e l’Associazione Tyrrhenum, promotori della manifestazione, hanno ideato due anni fa la rievocazione storica per porre l’accento sull’aspetto archeologico e ambientale dei Colli Albani.

Durante la celebrazione di questa festa, istituita dalle più antiche popolazioni del Lazio, tutti i popoli partecipanti deponevano le armi e salivano in processione lungo la Via Sacra, recando offerte alla divinità (agnelli, formaggio e focacce), e raggiungevano il tempio di Iuppiter Latiaris (Giove Latino) sul Monte Albano, dove, dopo la celebrazione dei sacri riti, aveva luogo un pasto comunitario con al centro la consumazione della carne di un toro bianco,  immolato in onore del dio.

Le Feriae Latinae possono rappresentare oggi un momento di riflessione sui valori della pace e dell’integrazione tra i popoli, inaugurati con la Pax Augusta.

Per l’Archeoclub d’Italia, protagonista del convegno sulle “Vie Romane” che si è tenuto recentemente nella prestigiosa sede di Palazzo Chigi in Ariccia, la salita sulla Via Sacra assume un significato particolare. Si tratta di un gesto simbolico che vuole porre al centro dei progetti dell’Associazione tutte le arterie romane per riscoprirle e tutelarle. La cerimonia si concluderà come nel passato con l’accensione del fuoco di Vesta.

La manifestazione ha ricevuto quest’anno il patrocinio del Parco Regionale dei Castelli Romani, che presenzierà con il servizio Guardiaparco e l’ufficio di educazione ambientale, e dei Comuni di Rocca di Papa, Ariccia, Pomezia, Nemi, Genzano di Roma, Albano Laziale, Lanuvio, la collaborazione del Club Alpino Italiano di Castel Gandolfo, della Protezione Civile e della Polizia Municipale di Rocca di Papa. Come partners le sedi Archeoclub d’Italia Tuscolano e Roma, Legambiente Appia Sud “Il Riccio”, l’associazione il Carro dei Comici. Contribuiranno alla realizzazione del “pasto comunitario”, momento centrale della manifestazione, il ristorante “La Foresta” e l’azienda vinicola “Giulio Pesoli”.

Per informazioni e adesioni: 3883636502; archeoclubaricia@alice.it.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com