Polvere, sudore e velocità: l’Enduro corre su Rocca di Papa

0

ROCCA DI PAPA enduro2Nel pomeriggio il prologo per il titolo nazionale tra i vicoli del borgo. Domani la gara. Le reazioni dei cittadini

di Fabrizio Giusti

Il tricolore Enduro vola sul borgo storico di Rocca di Papa ed è subito spettacolo. Questo pomeriggio i 169 atleti iscritti alla gara per l’assegnazione del titolo nazionale hanno dato via al prologo che, valevole come prova speciale, ha deciso anche l’ordine di partenza per la gara di domani. Domenica, infatti, ci saranno ben quattro prove speciali per contendersi il titolo.Monte Cavo è stato scelto della Federazione Ciclistica Italianaper ospitare, per la prima volta, la gara che celebrerà il nuovo campione italiano della più moderna delle discipline della mtb. I percorsi saranno caratterizzati da un fondo polveroso. Non mancheranno gli strappi in salita. Saranno quelli a fare selezione.

Oggi, quindi, la prima giornata spettacolare. I corridori, partiti dalla Fortezza medioevale, sono schizzati giù per i vicoli del borgo storico a grande velocità, tra rettilinei e curve strette, fino alla storica Piazza dell’Erba. Giovani e giovanissimi di grande talento si sono battuti fino all’ultimo metro per ottenere un buon tempo e bel piazzamento.

LE REAZIONI – Non in pochi, a Rocca di Papa, hanno sottolineato la ”scarsa informazione” in città sull’evento in corso. In molti, ancora oggi pomeriggio, non sapevano per quale ragione alcune strade erano state chiuse al transito veicolare e al passaggio pedonale per evitare incidenti ed investimenti, tant’è che il corpo dei vigili urbani, in qualche caso, è dovuto intervenire affinchè le persone non attraversassero la strada proprio nel momento in cui gli atleti sfrecciavano sul tracciato. L’iniziativa è stata comunque accolta con favore dagli abitanti. ”Questo è un luogo da tempo in crisi – afferma Nicola Pucci – e tante iniziative come questa servirebbero più spesso. Rocca di Papa ha bisogno di queste manifestazioni per vivere e portare gente nel suo centro storico e farlo rivivere”. Commercianti invece un po’ divisi sull’accaduto, ma questo è dipeso da chi è riuscito a sfruttare di più o meno il flusso di visitatori, famiglie ed atleti che in queste ore ha riempito gli alberghi della zona. Molti atleti sono stati ospitati, proprio a causa delle mancanza di posti letto, all’interno di alcune strutture religiose. Per la gara di domani è previsto comunque un ulteriore incremento di curiosi e visitatori. Ci sarà da divertirsi.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com