I dipinti sui muri nello specchio diamantese

1

ROCCA DI PAPA / Attualità – La cittadina calabrese condivide con Rocca di Papa la tradizione dei Murales

IMG_0762Poco più di 5mila abitanti, piccolo centro abitato in provincia di Cosenza, in Calabria, Diamante condivide con Rocca di Papa gli splendidi dipinti sui muri, i murales. Non a caso l’allora sindaco della città calabrese, Ernesto Magorno fece visita alla cittadina castellana in occasione della prima edizione di RoccArte nel 2010, per un gemellaggio artistico che vide un’artista diamantina disegnare un murale sul muro nei pressi dell’ex farmacia comunale.

Una tradizione, quella dei murales, che Diamante vanta da tempo immemore, con firme illustri tra le quali figura anche Gabriele D’Annunzio.

Un ponte su un torrente segna l’entrata nel piccolo e candidato centro storico, e  il murale visibile già in lontananza IMG_0749sembra gridare forte e chiara la vocazione artistica del borgo. Segnalati anche nella cartellonistica, i murales sono la vera attrazione della città. Un culto.

Tantissimi, in ogni angolo, alcuni anche nei negozi e nelle attività, spuntano all’improvviso anche quando l’angustia del passaggio spinge a guardare le opere col naso dritto all’insù.

Che Diamante trovi la sua incantata bellezza anche e soprattutto nel mare cristallino che le fa da sfondo, con le sue molteplici sfumature, è fuor di dubbio, ma che le espressioni artistiche sulle antiche case dei pescatori siano diventate il tratto unico (ma i roccheggiani sanno che non è così) e indistinguibile della città di Diamante è altrettanto vero.

IMG_0778Centinaia i dipinti dai temi più svariati, che si incontrano quasi per caso passeggiando per il centro storico: molti portano la firma della loro prima realizzazione e del successivo restauro, molti altri rovinati dal tempo, alcuni appena visibili restano crepe silenziose dell’intonaco.

Anche qui dunque il dilemma del deterioramento, accelerato forse dall’aria di mare, di un’arte che non riesce a resistere al logorio del tempo. Ma forse uno stimolo a correre più veloce dei colori che svaniscono e dei tratti che si confondono, per dare nuova linfa a una tradizione che attira turisti e impreziosisce il borgo.

A ben guardare due gli aspetti su cui focalizzarsi: la presenza di firme illustri e una segnaletica adeguata, unitamente alla presenza di opere già all’ingresso della città.IMG_0737

 

Del resto è quello che si faceva negli anni ‘80 con Miro Fondi anche a Rocca di Papa, quando molti furono gli artisti che impreziosirono con i loro dipinti i muri del quartiere bavarese. E forse, lasciare che i murales di Rocca di Papa per qualche straordinaria occasione lascino i vicoli del entro storico per fare bella mostra di sé in piazza della Repubblica, potrebbe contribuire a far conoscere queste opere anche a coloro che, a piedi, tra i vicoli del borgo, non ci passano così spesso.

IMG_0802       IMG_0779

 

 

 

 

 

 

 

IMG_0770              IMG_0791

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com