L’Acs lascia il teatro civico: i perché di una scelta

1

teatro_acsROCCA DI PAPA / Attualità – Con l’ultimo spettacolo “La cena dei cretini” si è conclusa la partecipazione nella gestione dell’Atc e del teatro civico da parte dell’Acs, Associazione Arte Cultura e Spettacolo, unica ad aver aderito all’invito dell’Amministrazione a partecipare alla gestione del teatro.

Sul palco, Enzo De Angelis, presidente dell’Atc (Associazione teatro civico), e Piero Gentilini presidente dell’Acs, hanno salutato il proprio pubblico per l’ultima volta. La scelta, fermo restando le difficoltà economiche via via sempre più pressanti e l’impossibilità dell’Amministrazione comunale di partecipare alle spese di gestione, è stata suggerita anche da incomprensioni organizzative e esasperata dagli attacchi giunti da alcuna stampa locale.

“Tutto questo – spiega Piero Gentilini -, ha prodotto una inevitabile “stanchezza” che ha causato la decisione presa, che non è una rinuncia o un gettar la spugna in atto di resa, ma un messaggio forte e chiaro, non dovendo difendere alcuna poltrona”.

Ci puoi fare un bilancio dell’attività e del vostro impegno in questi anni?

“L’impegno dei volontari dell’Acs, sia di chi ha ricoperto ruoli istituzionali o di rappresentanza, sia di chi ha svolto incarichi di assistenza, a volte coincidenti, è stato notevole ma anche gratificante, a parte gli ultimi periodi. Rimane la soddisfazione di aver svolto un ruolo utile e di aver contribuito allo sviluppo culturale della città, tramite il teatro e le attività proposte. Abbiamo cercato di trasmettere una mentalità moderna, non provinciale, non facile da scardinare, nei limiti del volontariato. Con poche risorse economiche messe a disposizione, per la prima volta, il pubblico ha potuto assistere a spettacoli professionistici, grazie ai contatti del Direttore Artistico, Alberto Querini, ad un prezzo accessibile. Il nostro servizio, ha contribuito con l’Atc a fidelizzare un pubblico man mano crescente, non solo di Rocca di Papa, ma dei Castelli Romani e a volte di Roma: operazione questa che richiede del tempo. Abbiamo fatto conoscere il teatro di Rocca di Papa, migliorandone l’immagine e abbiamo svolto anche servizio di assistenza per gli eventi organizzati al teatro da gruppi e associazioni territoriali e locali.
Certo avremmo voluto fare di più, con più risorse economiche e nei limiti consentiti dal volontariato”.

Avete rimpianti?

“No, a parte il fatto che siamo consapevoli che la nostra scelta, almeno nel breve periodo, possa essere un dispiacere per il pubblico che ha frequentato il teatro in questi anni e ci ha sostenuto e ringraziato: questa è la soddisfazione più grande”.

Sassolini nella scarpa?

“E’ doveroso ricordare che solo l’Acs accettò di partecipare alla gestione del teatro, all’interno dell’Atc, assumendosene la responsabilità.

In generale, posso dire che abbiamo l’orgoglio e la fierezza di aver svolto un buon lavoro, determinando metodi e regole da seguire con spirito “professionale”- che qualcuno potrebbe non capire, in maniera forse strumentale -, con il quale abbiamo cercato di instillare una mentalità più moderna.

Soprattutto abbiamo contribuito ad una gestione, dal punto di vista economico, in modo molto equilibrato, trasparente, senza paura di smentite. Si può ovviamente avere un’idea diversa sulle modalità di gestione e criticare, purché non venga fatto in modo strumentale, per gelosia o perché non si intuisce l’importanza di approcciare un organizzazione in modo moderno, razionale con l’intento di crescere, di confrontarsi ed uscire dal guscio del provincialismo che tanto limita in questa realtà, almeno da parte di alcuni.

Confidiamo, per il paese, in chi ha questa mentalità più aperta, invitando a farsi sentire di più.

Registrare adesso molta solidarietà, stima ma anche dispiacere per le nostre dimissioni, da una parte ci fa piacere dall’altra ci lascia con un po’ di amaro in bocca.

E’ necessario crescere….”

Cosa vi augurate dunque per il futuro del teatro civico di Rocca di Papa?

“Sicuramente una gestione che abbia uno spirito professionale”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com