”L’Unità” è morta, come tante aziende in Italia

0
La scomparsa di un giornale è un avvenimento triste per la pluralità dell’informazione. Ma è la comunicazione politicizzata ad essere finita nel cassetto.
Da domani, 1 agosto, gli affezionati lettori de L’Unità non troveranno più il loro giornale in edicola. Lo storico quotidiano fondato da Antonio Gramsci è morto. E ci vorrà un po’ di tempo, se qualcuno avrà intenzione di farlo, per rifondarlo. Diciamola tutta: se il PD ha preso alle europee il 40% dei voti e l’organo di comunicazione a lui più vicino non si salva un motivo ci sarà. Senza L’Unità, e questo è vero, saremo tutti più poveri. Ma va da sé che un conto è vedere operai e giornalisti rivendicare il diritto al lavoro, un altro è osservare l’incredibile lamentela di certi intellettuali sulla salvezza dell’identità e dei contenuti di un giornale che ormai non attraeva più neanche gli iscritti del Partito Democratico.unitàchi
L’Unità ha chiuso perchè da anni, ormai, trascinava dentro di sé un pensiero defunto, quello di una sinistra impossibile da realizzare in Italia se non attraverso i trasformismi ideologici dell’attuale presidente del Consiglio, sul quale, da più parti, sono arrivate notevoli pressioni affinchè salvasse il salvabile. La domanda da porsi invece è un’altra: per quale motivo Renzi avrebbe dovuto farlo? Con quali soldi? Con quelli dei contribuenti? In Italia ci sono migliaia di aziende che hanno chiuso e stanno chiudendo, con conseguenze terrificanti sul piano sociale, senza alcuna assistenza statale. Avviare un processo inverso per salvare un prodotto editoriale al collasso ed invenduto non sarebbe stato troppo? Qual è, verrebbe da domandarsi, la differenza che passa tra un artigiano delle parola e gli operai e le maestranze che sono in cerca di occupazione?
Questa mattina, andando nei bar, alle fermate dei bus e della metro, nei posti di lavoro in crisi, l’argomento principale è come tirare avanti in un’Italia che non ce la fa più e che tira la cinghia per comprarsi da mangiare, figuriamoci per andare in edicola. Se l’Unità è morta è perchè non funziona più un sistema (tutto politicizzato) che ha bisogno di rinnovarsi e di provare strade nuove. Chi ha diretto ”L’Unità” in questi ultimi anni, probabilmente, non lo ha fatto o non ha trovato la ricetta giusta per indurre l’operaio, la casalinga o lo studente a preferire la sua informazione nella vastità di offerta che l’editoria contemporanea e multimediale oggi ci offre.
E’ finita una storia nobilissima, come finisce tutto, prima o poi, nella vita.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com