Rocca di Papa, il giallo degli ”oggetti smarriti” continua

0

ROCCA DI PAPA/ attualità- Busti, fontanelle e sampietrini – secondo i residenti – sarebbero da cercare nelle case di qualche ”privilegiato”, ma i pareri sono discordanti

Nulla è chiaro sulla questione della ”sparizione” di busti, monumenti, fontanelle e sampietrini che un tempo ornavano strade, aiuole e piazze della cittadina di Rocca di Papa e che con le trasformazioni urbanistiche del territorio sono letteralmente evaporati dalla vista dei cittadini. In pochi, nella comunità, anche tra i più anziani, sanno dove siano andati a finire. In molti, invece, per un aspetto paradossale, sono convinti però che un parte di questo materiale sia finito nelle case di alcuni residenti. Ipotesi piuttosto gravi, se confermate, ma che nessuno riesce a decifrare con certezza.

Luoghi, persone ed immobili sono ancora avvolti dal mistero e non è possibile quindi affermare in quale giardino o parco siano finiti i ”sergi” (selci, in dialetto) scomparsi durante i lavori del centro storico. Alcuni roccheggiani, infatti, sembrano essere sensibili a questo aspetto, forse perchè più vicino a noi storicamente. Fatto sta che senza prove, non si può accusare nessuno. E anche la convinzione più assoluta tende a diventare così solo una leggenda metropolitana.

La caccia agli ”oggetti smarriti”, comunque, continua.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com