Metro C: l’11 ottobre si parte, ma Montecompatri lancia l’allarme

0

CASTELLI ROMANI – L’effetto apertura avrà ricadute anche sui lavoratori di Rocca di Papa

L’11 ottobre sarà il giorno del taglio del nastro per il primo tratto della linea C da Pantano-Centocelle. L’assessore alla Mobilità, Guido Improta, ieri ha affermato: “La metro C esiste ed è in buone condizioni e verrà aperta l’11 di ottobre. Dal punto di vista infrastrutturale non ci sono problemi, stiamo solo mettendo a punto la parte software del sistema driverless”. Intanto, in occasione della Settimana della Mobilità, il cantiere di Centocelle verrà aperto al pubblico: l’Open Day Metro è previsto per sabato 20 settembre, dalle 10 alle 18. Di contro, però, si affacciano gli allarmi lanciati da Montecompatri. Il sindaco della città, Marco De Carolis, avverte”All’attivismo negli annunci non corrisponde altrettanta attenzione nel rispondere alle domande che continuiamo a porre sulla questione del sovrappasso pedonale, che garantirebbe maggior sicurezza per gli utenti che dovranno attraversare la Casilina per raggiungere la fermata della terza linea”. Il problema è stato sollevato nell’ultimo mese in molte occasioni. Il dito è puntato principalmente sull’accesso alla stazione da via Casilina, ove le auto sfrecciano sulla consolare ad alta velocità e transitando in curva, senza un marciapiede che possa garantire la sicurezza di questo tratto.

L’apertura della linea C avrà comunque degli effetti rivoluzionari per il territorio dei castelli romani. Rappresenterà infatti una valida alternativa anche per i cittadini di Rocca di Papa. Per andare a Roma, infatti, invece di dirigersi verso Anagnina con la macchina o con gli autobus (che spesso e volentieri saltano le corse) oppure il treno dalla trafficatissima Frascati, potrebbe tornare utile dirigersi verso Pantano. Ma sarà il tempo a dire quanto questo servizio sarà utile per l’intera area a sud di Roma.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com