Rocca di Papa, il Comitato Centro Storico per l”’Unione dei Comuni”

0

ROCCA DI PAPA/ politica – Firmato un documento congiunto con altri coordinamenti: ”Insieme per fronteggiare l’egemonia di Roma Capitale”

Il Comitato di Quartiere centro storico di Rocca di Papa ha firmato, assieme ad altre realtà e coordinamenti del castelli romani e del litorale, una lettera aperta ai Sindaci dei Castelli Romani: Albano, Marino, Castel Gandolfo, Ariccia, Genzano, Nemi, Rocca di Papa, Lanuvio, Pomezia, Ardea avente per oggetto il sostegno alla causa dell’Unione dei Comuni nel prossimo Consiglio Metropolitano, al fine di contenere e governare quella che è vista come la possibile ”egemonia” di Roma Capitale sui comuni della sua provincia.

Il prossimo 5 ottobre, infatti, avranno luogo le votazioni per eleggere il “Consiglio Metropolitano”, composto da 24 membri, che governerà la “Città Metropolitana”. Voteranno 1685 tra consiglieri e sindaci di 120 Comuni della provincia più la Capitale che, in base alla somma dei rispettivi pesi dei consiglieri elettori, andranno a eleggere i 24 membri.

”Il Coordinamento dei comitati di quartiere della città di Albano Laziale – si legge nella lettera – insieme a varie associazioni e comitati dei comuni limitrofi, aggregati dalla sensibilità alla tutela del nostro territorio, dalla difesa del verde; alla razionalizzazione dei servizi, a una gestione integrata dei rifiuti, alla valorizzazione delle identità storiche, culturali e ambientali, siamo sempre più convinti che solo la costituzione di una “Unione dei Comuni” potrà fronteggiare la egemonia della Capitale che nella Provincia riverserebbe i problemi annosi di una metropoli caotica e inquinata, non solo sul piano ambientale, come Roma”.

”Riguardo alle dichiarazioni emerse durante il convegno organizzato su questo tema, svoltosi lo scorso 30 novembre 2013 presso Palazzo Savelli, spesso rilanciate da voi sindaci su altri tavoli e circostanze – continua la missiva – a oggi non ci pare che queste abbiano prodotto fatti concreti. Del resto l’incapacità di presentarsi alle elezioni di cui sopra con una rosa di candidati decisi insieme, così da far convergere i consensi su membri di riferimento rappresentativi delle istanze del nostro territorio, anziché subire frammentate liste imposte dalle correnti di partito, lascia pensare quanto scarsa sia la volontà di perseguire la costituzione di un organismo intercomunale capace di governare collegialmente l’area dei Castelli Romani”.

”Illustrissimi sindaci – continua l’appello – al di là di quello che sarà l’esito delle votazioni del 5 ottobre, auspicando che tra i consiglieri eletti vi sia chi sosterrà questo progetto, crediamo che oltre ai sottoscritti, tanti cittadini dei Castelli Romani apprezzerebbero almeno una dichiarazione congiunta, seguendo l’esempio di altri comuni della provincia, nella quale riaffermare la determinazione di costituire l’Unione dei Comuni dei Castelli Romani, assumendo apertamente l’impegno a mettere in atto iniziative finalizzate a concretizzare questo obbiettivo”.

La lettera, oltre che dal Comitato Centro Storico di Rocca di Papa, è stato firmato dal Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Albano Laziale, Comitato di Zona “Nocchienti Nord” di Ariccia , Libera Castelli Romani, Colle Pardo Onlus, Utopia Reale, Movimento decrescita felice, Cantiere Ecologia, Comunità Giovanile Zampanò, Gruppo di presenza Monsignor Grassi, Pro Loco di Nemi, Coordinamento dei Comitati di Quartiere di Pomezia e Ardea.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com