Metro C, caos sull’apertura

0

CASTELLI ROMANI – Tutto rinviato. Il Ministero fa saltare l’inaugurazione dell’11 ottobre. Motivi di sicurezza.

La metro C, per ora, non apre. Sembrava tutto pronto per l’inaugurazione dell’11 ottobre, ma la commissione di collaudo, istituita al ministero dei Trasporti, non ha rilasciato il nulla-osta decisivo per una serie di inadempienze. La sicurezza sulla tratta Pantano-Centocelle – secondo il Mit – non è garantita. L’ennesimo rinvio, questa volta inatteso per molti, ha mandato su tutte le furie il sindaco di Roma, Ignazio Marino, che in queste ore sta andando alla caccia dei responsabili di quanto accaduto e che di certo getta un ulteriore macchia sull’immagine e la credibilità della città.

Al di là delle motivazioni del Ministero, Marco De Carolis, sindaco di Montecompatri, area in cui ricade il capolinea della Metro C in zona Pantano, aveva ampiamente lanciato altri segnali allarmistici riguardo l’area interessata dal servizio. ”Non si sa – aveva detto – chi garantirà sicurezza e pulizie a fronte di un’affluenza enorme di 10 mila persone al giorno”. Preoccupazione, inoltre, è stata più volte espressa per l’attraversamento pedonale sulla Via Casilina, causa di ben sette decessi e 50 incidenti stradali. Un semaforo rischia di non bastare a risolvere il problema.

Intanto il Codacons avvierà una azione risarcitoria dinanzi alla Corte dei Conti per i danni erariali prodotti e per gli immensi danni causati all’utenza. ”Vogliamo sapere – ha detto Carlo Renzi, responsabile dell’associazione – chi sono questi soggetti e il loro ruolo nello stop alla nuova linea metropolitana, allo scopo di avviare nei loro confronti le dovute azioni risarcitorie per i danni prodotti alla collettività”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com