Italia Nostra: più controlli per i rifiuti nel Parco dei Castelli Romani

0
CASTELLI ROMANI – L’associazione: ”Da Maschio delle Faete a Rocca Priora, dal Tuscolo a  Castel Gandolfo numerose segnalazioni. Tutte le istituzioni facciano il proprio dovere”
Italia Nostra Castelli Romani denuncia come da anni sia frequente trovare disseminati nei boschi e nel verde del Castelli Romani ed, in particolare, nello stesso Parco Regionale dei Castelli Romani, rifiuti di natura svariata, microdiscariche ed anche eternit che, come sappiamo, rappresenta un rifiuto di tipo pericoloso.
”Alcuni giorni fa – scrive Italia Nostra – c’è stato un ritrovamento nei pressi della Madonnella, verso il maschio delle Faete, prima che il sentiero N. 506 inizi a salire; qui sono stati ritrovati dei pannelli verosimilmente in eternit abbandonati nella vegetazione come mostra la foto allegata. Anche nel bosco presso Rocca Priora abbiamo notizie e testimonianze da più di un anno di microdiscariche in stato di abbandono. Ricordiamo come da alcuni anni taluni cittadini responsabilmente e spontaneamente, armati di buona volontà, si siano autoorganizzati per ripulire aree di territorio  come, ad esempio, lungo la via che conduce al Tuscolo da Frascati o nelle vicinanze del lago di Castel Gandolfo”.
”Enrico Del Vescovo, presidente di Italia Nostra Castelli Romani – conclude la nota –  lancia un appello affinchè le amministrazioni comunali,  la Forestale, la Comunità Montana e l’ente Parco provvedano ad intensificare i controlli e gli interventi sul territorio, soprattutto nelle parti boschive dove potrebbe essere maggiore il rischio che vengano abbandonati rifiuti ingombranti o pericolosi che deturpano la salubrità dell’ambiente e l’amenità del paesaggio.

 

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com