Il comportamento mafioso quotidiano

0

Una riflessione sociologica

Il comportamento mafioso nasce, indubbiamente, nell’ignoranza. Vi nasce, vi si sviluppa e si propaga tumultuosamente. Parlo dei comportamenti mafiosi che si vivono nel quotidiano: mobbing, lettere anonime, minacce velate. Non parlo della Mafia intesa nel senso comune, la quale, è, in ogni caso, alimentata anche dai piccoli comportamenti che girano attorno a noi e che spesso (troppo spesso), vengono sottovalutati.

Dal comportamento mafioso comune si propagano radici velenose che possono intaccare anche i bambini, a volte (anzi sempre) vittime anche dei loro genitori (in quanto esiste l’emulazione). I bambini cresceranno e diventeranno a loro volta persone tese a questo tipo di educazione negativa.

Non si deve assolutamente permettere a questo maledetto virus di svilupparsi, non deve crescere. Ecco allora che bisogna combattere anche l’omertà ( anch’essa figlia dell’ignoranza) e, nei casi più gravi, la paura. Questo mostro si annida ovunque, gira per le nostre città, i nostri paesi, e spesso anche tra le persone a noi vicine o vicine ai nostri figli. Ritengo che, anche il gossip tra ignoranti sia un comportamento mafioso, in quanto deleterio, non costruttivo e capace di essere altamente lesivo all’interno di una collettività.

Occhi aperti e tolleranza zero: sono queste le armi per combatterlo

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com