Tartare di tonno

0

Per 5 persone 

1 arancio

finocchio selvatico o erbe aromatiche dal profumo pungente

olio extravergine d’oliva

sale e pepe q.b.

500g di tonno fresco in tranci

Preparazione

Prendere l’arancio e grattarne tutta la scorza e tenerla da parte. Tagliare l’arancio e spremerne il succo. In una ciotola, raccogliere la scorza grattugiata, il succo dell’arancio e versare un filo d’olio extravergine d’oliva. Tritare le erbe aromatiche scelte per insaporire la nostra tartare e tenere in parte qualche rametto (finocchietto selvatico ad esempio) a scopo decorativo. Emulsionare con una frusta il mix di ingredienti. Prendere i tranci di tonno e dopo aver aggiustato sale e pepe nelle quantità gradite per l’emulsione, asciugarlo con carta assorbente. Tagliuzzare il tonno in modo da creare cubetti piccoli che dovranno sciogliersi in bocca. Porre il tonno in una terrina in cui sia facile lavorare (che sia capiente) e irrorare il pesce con l’emulsione preparata. Lasciarlo riposare per un’ora in frigo mescolando di tanto in tanto. Riempire le terrine o i tortini di pasta filo con qualche cucchiaio di tonno, due massimo, decorare con le erbe aromatiche e servire.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com