Antenne, i circoli di Sel presentano un documento congiunto

0

selroccadipapaROCCA DI PAPA – ”E. Berlinguer” e ”Nelson Mandela” insieme per un impegno su Monte Cavo

COMUNICATO:

”Le installazioni degli impianti radio televisivi sulla vetta di Monte Cavo hanno rappresentato il primo vero abuso realizzato e consumato sul territorio di Rocca di Papa. Esso ha palesemente dimostrato l’asservimento della politica agli interessi dei gruppi di potere i quali, vuoi per un vuoto legislativo vuoi per una legge a loro favorevole, hanno trovato il terreno fertile per rendere possibile l’edificazione abusiva degli impianti su questo luogo nonostante possedesse rigidi vincoli di carattere ambientale e storico culturale.

La lotta e la determinazione dei cittadini manifestata più volte e tesa a chiedere la restituzione del sito alla comunità nel suo stato di origine, si è sempre scontrata con gli infiniti cavilli e trappole che ogni volta la classe politica di turno, Nazionale e Locale, poneva sul cammino di un invocato ripristino della legalità.

Il tenore delle risposte è rimasto tale anche quando si è denunciata l’esistenza di una stretta relazione tra l’aumento considerevole del numero di cittadini colpiti da serie patologie mediche e la produzione di campi elettromagnetici con valori sopra la norma.

Il diritto alla salute solennemente sancito dalla Carta Costituzionale sembra non bastare, e continua a non essere sufficiente per far arretrare da posizioni falsamente moderne e innovatrici una classe politica sorda ad ogni tipo di allarme. In questi giorni è intervenuta la sentenza del TAR che respinge un ricorso della società RTI SpA volto a bloccare l’ingiunzione “allo sgombero demolizione di opere abusive ed alla rimozione degli impianti e delle antenne esistenti” presentata dal Comune di Rocca di Papa nel lontano 2003.

E’ un evidente e parziale riconoscimento della bontà delle richieste dell’allora Giunta sebbene il giudizio sopraggiunga dopo 11 anni, ma per lo stesso motivo non rassicura sull’esito fin qui auspicato.

Per dare corpo alle riconosciute ragioni della sentenza occorre produrre una forte accelerazione nella direzione di uno smantellamento di tutte le opere abusive che insistono sulla vetta di Montecavo. Riteniamo che la tutela della salute ed il rispetto della legalità siano gli aspetti dirimenti della vicenda in quanto principi inderogabili ed inalienabili.

Pertanto i sottoscritti Circoli chiedono alla Commissione Speciale per le Antenne di procedere senza indugio ad individuare, se non già a conoscenza del dato, tutte le installazioni abusive ed estendere anche ad esse un’ordinanza di ingiunzione allo sgombero demolizione e rimozione.

Chiedono inoltre, in ragione del mandato di cui la Commissione è stata investita, in riferimento ai punti 1a. e 4e. della delibera di attivare una seria e profonda indagine epidemiologica per verificare la sussistenza di un rapporto tra alcune patologie che colpiscono i residenti e la presenza di forti campi elettromagnetici”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com