Rocca di Papa, prima operazione antibracconaggio sul territorio

0

ROCCA DI PAPA/ attualità – Interessati i territori di Rocca di Papa, Rocca Priora, Artena, Velletri

Si è svolta nelle scorse ore la prima delle operazioni antibracconaggio organizzate dal Parco Regionale dei Castelli Romani. Si tratta di un’attività che il Parco svolge da sempre, ma che l’ente ha deciso di intensificare. Per questa prima operazione, che inaugura un ciclo di azioni che proseguiranno nei prossimi mesi, i Guardiaparco hanno collaborato con il Corpo forestale dello Stato, comando di stazione di Rocca di Papa e di Velletri.

Quattro pattuglie del Parco e tre pattuglie della Forestale hanno setacciato una vasta area compresa fra Rocca di Papa e Rocca Priora, arrivando a lambire i confini del Comune di Artena. Un impegno consistente, che ha il fine principale nel fungere da deterrente, sottolineando come, oltre al normale servizio di vigilanza, sono in corso di svolgimento anche ulteriori attività mirate a contrastare azioni di aggressione verso l’ambiente naturale dell’area protetta. Quest’anno, inoltre, a fronte di un forte incremento della presenza di cinghiali nella zona, in molti hanno imbracciato il fucile anche nelle zone vietate. Diverse le segnalazioni di trappole, come ad esempio i temuti lacci per la caccia al cinghiale, che in alcuni casi, come accaduto qualche giorno fa in Via della Molara, hanno coinvolto e ferito anche dei i cani che circolavano nel territorio.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com