Uomo occupava una casa Ater illecitamente, sgomberata e assegnata dai servizi sociali di Rocca di Papa

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – La nuova famiglia assegnataria viveva in condizioni precarie, prima in un container, poi in un manufatto abusivo a ridosso di un fosso

E’ stata una Task Force della Polizia Locale, dei Servizi Sociali e Urbanistica del Comune di Rocca di Papa che ha permesso, nei giorni scorsi, di individuare l’occupazione illecita di un appartamento Ater ai Campi d’Annibale, poi subito consegnato ad una famiglia con evidenti necessità.

L’appartamento era rimasto occupato per due anni dal nipote di una anziana donna, anche dopo che questa era stata ricoverata presso una casa di cura a lunga degenza della zona, per la quale il ritorno nell’alloggio è impossibile.

Dopo aver effettuato i dovuti accertamenti, gli agenti hanno costretto l’uomo, un quarantenne, a riconsegnare le chiavi dell’appartamento, che, una volta libero,  è ora la casa di una famiglia di Rocca di Papa che da anni viveva in condizioni disagiate, con una ragazza madre e due bambini disabili.

Un nucleo familiare, quest’ultimo, con una lunga storia di sofferenza. Dopo aver vissuto all’interno di un container, infatti, aveva realizzato un manufatto precario in Via dei Papaveri, a ridosso di un fosso, priva di utenze, e in condizioni di pericolosità sotto tutti i punti di vista.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com