Continua l’impegno dell’Avis di Rocca di Papa, per 5 anni consecutivi è stata raggiunta l’autosufficienza sangue

0

ROCCA DI PAPA  Attualità – Una chiacchierata con il presidente Bruno Eleuteri sulle modalità delle donazioni e il funzionamento della sede territoriale della città

Come è strutturato l’AVIS di Rocca di Papa?

L’AVIS di Rocca di Papa insiste sul territorio del Comune. Su tutta l’area dei Castelli ci sono 12 AVIS comunali che coprono tutto il territorio di competenza, tra noi ci coordiniamo tramite una riunione mensile durante la quale ci scambiamo delle opinioni e delle idee per capire come procede, per affrontare delle idee comuni, cercare di risolvere delle problematiche che sicuramente ci sono, e in tutti i casi ogni AVIS è autonoma perché ha un proprio consiglio e un proprio statuto, seppur deriva da quello nazionale. Ogni AVIS ha delle proprie competenze con una propria autonomia con delle proprie decisioni e incide sul proprio territorio.

Qual è l’attività principale dell’AVIS?

È quella di promuovere le donazioni del sangue cercando di fidelizzare i donatori che ci sono, cercando di incrementare le donazioni, essendoci un ricambio per motivi di età o di salute. Sicuramente c’è un ricambio annuale e l’obiettivo, quello primario, è di dover ottenere l’autosufficienza sangue sul territorio nazionale e, per quanto ci riguarda, su quello cittadino. Sotto questo aspetto noi abbiamo la fortuna di avere abbastanza rispondenza da parte dei soci: sono 5 anni che otteniamo l’autosufficienza sangue secondo i parametri dell’organizzazione nazionale della sanità e raccogliamo mediamente intorno alle 800 sacche.

Come sono gli accordi con le ASL del territorio?

Noi lavoriamo a base volontaria, gratuitamente e senza alcun compenso, al di là delle spese logistiche e per medici e paramedici, e per gestire la sede. I rapporti con le ASL sono rapporti diretti e la nostra ASL di riferimento è la RMH; il sangue viene raccolto da noi perché questa è una struttura certificata e autorizzata da parte del SIMT, il Servizio Immuno Trasfusionale, e come tutte le altre AVIS abbiamo fatto la richiesta, entro i termini previsti, dell’autorizzazione alla raccolta e alla gestione del sangue sempre sotto la direzione di competenza della ASL.

Il sangue viene raccolto qui con i metodi standard; tutto ciò che si utilizza ci perviene dalla ASL appunto, come il materiale per la raccolta con sacche e aghi sterili. Il sangue viene prelevato in questa sede dei Campi d’Annibale, le cui sale sono fornite dal Comune: la segreteria e la sala d’attesa. Siamo dotati anche di strumenti come l’emoglobinometro che ci permette di fare l’esame di 18 parametri del sangue immediatamente: emoglobina, globuli bianchi e rossi, che discrimina la possibilità di donare o meno, e che permette al medico di  valutare istantaneamente se è possibile effettuare il prelievo. I mezzi della ASL raccolgono poi il sangue e lo portano al centro di riferimento, il SIMT di Velletri.

calendario raccolta avisCome funziona una donazione?

Le raccolte di norma vengono effettuate mediamente due volte al mese, di consuetudine la seconda domenica e l’ultimo venerdì del mese e in aggiunta per quest’anno abbiamo fatto altre quattro raccolte in più andando ad aggiungere domeniche sui mesi di Marzo, Giugno, Settembre e Ottobre. L’orario delle raccolte è dalle 7.45 alle 10.45 fino a tutto Marzo e da Aprile a Ottobre dalle 7.30 alle 10.30.

Per poter donare il volontario deve essere in buona salute, venire la mattina a digiuno nelle giornate in cui è prevista la raccolta sangue; tutta la nostra attività è comunque promossa sul nostro sito ufficiale che è www.avisroccadipapa.it. Quindi venendo la mattina a digiuno dalle 7.30 alle 10.30 si fa il prelievo, se in buona salute e senza aver subito interventi chirurgici almeno negli ultimi 4 mesi o agopunture o percing.

Per una questione fisiologica le donne possono donare due volte l’anno, essendo più lungo il periodo di recupero, per gli uomini devono passare 90 giorni tra una donazione e l’altra.

Quindi, ricapitolando, i prossimi appuntamenti sono domenica 8 Marzo e venerdì 27 dalle 7.45 alle 10.45: il donatore dovrà presentarsi a digiuno e in buono stato di salute, avere un’età compresa tra i 18 e i 60 anni, pesare più di 50 chili, non aver assunto medicine nell’ultima settimana.

Di seguito il calendario completo del 2015 e il sorriso di una testimonial cittadina di Rocca di Papa, Gloria Boccanera, che con poche parole ci insegna cosa sia la caparbietà e la solidarietà.

 

gloria boccanera per avis

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com