Polizia Locale, otto mesi di rivoluzione

0

ROCCA DI PAPA/ Attualità – Importante il sequestro di sei antenne funzionanti poste su un traliccio in località Madonna del Tufo, che presto saranno tute demolite

E’ cambiato il comandante, è cambiata la sede: la Polizia Locale di Rocca di Papa negli ultimi mesi è stata oggetto di una vera e propria rivoluzione. Alla guida del dott. Sergio Ierace, dagli uffici che ora occupano i locali comunali di via Montanari, il comando vanta già un bilancio di tutto rispetto delle attività svolte sul territorio, oltre ad una riorganizzazione interna, che ha avuto il suo perno proprio nello spostamento degli uffici.

Tra le novità apportate dalla nuova dirigenza c’è l’istituzione di un  registro dove sono annotate tutte le richieste di intervento istituzionale, che ad oggi sono oltre 2300, il corso di autodifesa per tutti gli agenti e le nuove tessere di riconoscimento.
Anche l’orario di servizio è cambiato, coprendo, ora, un arco temporale che va dalle ore 7 alle ore 20,40.

“Oltre 200 sono le attività collegate a sequestri edilizi – riferisce il comandante -,  ho raggiunto il numero dei controlli di Polizia Stradale dei precedenti anni già dopo tre mesi dal mio arrivo, quasi raddoppiandoli,  ho eseguito controlli sui taxi ed NCC, ho ricevuto denunce per varie problematiche di vicinato,  sequestrato assicurazioni false con l’inoltro in Procura di denunce su soggetti noti, elevando sanzioni. Ho sequestrato nuovi abusi edilizi e sto eseguendo altri approfondimenti in tal senso. Ho controllato i distributori di Rocca di Papa, sequestrandone uno con convalida eseguita lo scorso giovedì.

A ciò bisogno aggiungere il recupero di un alloggio Ater occupato illegittimamente, con la consegna ad una famiglia bisognosa, le sanzioni per affissioni abusive sul territorio e le denunce per truffa durante la sagra delle castagne, in capo a soggetti che avevano falsificato i bollettini di pagamento dell’occupazione suolo pubblico”.

E per quanto riguarda le antenne?

demolizione antenne 2“Un risultato importante è senza dubbio il sequestro delle sei antenne, tutte funzionanti, poste su di un traliccio in località Madonna del Tufo. Per due si è già proceduto alla rimozione il mese scorso, per le altre quattro si è invece proceduto al sequestro e siamo in attesa dell’autorizzazione della Procura della Repubblica per procedere, anche in questo caso, alla rimozione.

E’ accaduto che a seguito della rimozione delle prime due antenne, l’emittente che da lì trasmetteva, e cioè Radiosportiva (in possesso di tutte le autorizzazioni del Ministero), al fine di non chiudere le trasmissioni si è spostata in duplex sulle altre quattro, su cui prima trasmetteva solo M2O.
Confidiamo comunque quanto prima di eliminare tutte le antenne poste su questo traliccio, fermo restando che tali problematiche sono dovute ad una installazione incontrollata avvenuta in anni precedenti, che gode della protezione del diritto all’informazione e che ha creato ritorni economici anche per alcuni soggetti di Rocca di Papa”.

“Da quando sono comandante di questa città – conclude Ierace – ho comunque intrapreso  tutte le iniziative che potevano essere intraprese secondo giustizia, riportando risultati concreti”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com