Continua la battaglia per riaprire il Centro equestre del Vivaro

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Si continua a lavorare sul fronte Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro per tentare di riaprire la struttura, ormai in stato di abbandono e ridotta a mero deserto di prati incolti e strutture inutilizzate.

E’ il sindaco di  Ariccia, Emilio Cianfanelli, vicino al mondo dell’equitazione, ad informare che si è svolto l’altro ieri un ulteriore incontro presso la Regione Lazio sul recupero del Cef, mentre la Federazione Italiana Sport Equestri si appresta a breve ad eleggere il nuovo presidente, dopo il commissariamento.

L’ipotesi lanciata praticamente subito dopo la sventurata chiusura dei cancelli del centro ippico, di importanza nazionale, a seguito del tracollo gestionale e finanziario della Fise, è stata quella di creare una fondazione tra i Comuni del territorio, Fise, Coni e Regione Lazio, quale nuovo soggetto gestionale. Se ne è parlato più volte con il presidente del Coni Malagò, che ha ricevuto il sindaco di Rocca di Papa Pasquale Boccia e gli altri sindaci del territorio, e se ne continua a parlare in tavoli e riunioni.

“L’ipotesi – scrive Cianfanelli – è che in base a un accordo di programma tra Regione e fondazione, si utilizzino contributi per la ristrutturazione, manutenzione e gestione del Cef, sia regionali sia attingendo a fondi comunitari. La messa a punto delle modalità di erogazione dei fondi e del controllo del loro effettivo utilizzo è all’attenzione dell’assessorato regionale al Bilancio. Sono fiducioso che il lavoro che tutti abbiamo prodotto per recuperare il NOSTRO CEF si è avviato verso soluzioni concrete e trasparenti”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com