Rocca di Papa, il simbolo Olimpico del 1960 ritorna a nuova vita?

0

ROCCA DI PAPA/ attualità – ”Ristrutturarlo come segno di buon auspicio per Roma 2024 e per recuperare frammento della nostra memoria sportiva e locale”

Nel 1960 i Castelli romani erano ben diversi da oggi. Poche macchine, un tessuto sociale ancora autoctono, un’economia che viveva sul preesistente, sull’agricoltura fiorente, su vigne, pascoli, grano. Una società in pieno equilibrio, un territorio ancora non contaminato dall’edilizia, dalle discariche, dalle antenne, dal traffico. Era sopratutto un’area geografica che ancora attirava villeggianti a lungo termine e un nuovo turismo che aveva iniziato ad amare decine di paesi grazie al cinema e allo sport. Le Olimpiadi del 1960, per esempio a Rocca di Papa, furono motivo di orgoglio, con la disputa delle gare di equitazione. Poi, poco più giù, il lago Albano, cinque metri più alto di quello attuale, dove il canottaggio diede spettacolo di sé.

Rocca di Papa decise di omaggiare i Giochi del 1960 con la realizzazione del simbolo olimpionico dei cinque cerchi nello spazio tra Corso Costituente e Via San Francesco. Per anni, quel disegno di tasselli bianchi sui sampietrini è rimasto intatto. Poi i cambiamenti del tempo, l’incuria e alcuni lavori hanno ma mano scalfito il ricordo, fino quasi a cancellarlo. Oggi, di quel pensiero, è rimasta solo una traccia vistosa, ma recuperabile. Ma ecco sorgere una nuova idea: un augurio di buon auspicio per la candidatura di Roma alle olimpiadi 2024 e allo stesso tempo un’operazione di recupero di un frammento di storia locale. I cerchi olimpici disegnati nei pressi della piazza centrale potrebbero essere ripristinati. L’idea è rilanciata dal delegato allo Sport, Antonio Gentili. “La candidatura di Roma per il 2024 è una grande occasione anche per la nostra zona – afferma – zona che, come nelle olimpiadi del 1960, potrebbe ospitare le gare di equitazione o Mountain Bike. Come segno di buon auspicio e anche per rendere di nuovo visibile un ricordo di quelle atmosfere di 55 anni fa, l’idea è quella di riqualificare il disegno dei cinque cerchi posto tra Corso Costituente e Via San Francesco. Un messaggio a favore della nostra memoria comune e allo stesso tempo di speranza per il futuro”.

Ora non resta che raccogliere la proposta e agire. Il simbolo olimpico, infatti, oggi appare deteriorato dai cambiamenti del tempo ma non compromesso. L’ opera è possibile, rapida e poco costosa.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com