In mostra a Roma l’essenza eterna del mare blu di Anna Onesti

0

ROCCA DI PAPA / Cultura – Presso la sede dell’Associazione culturale TRAleVolte, in Piazza San Giovanni 10, a Roma, dal 16 aprile al 18 maggio

Il mare come azzurro fiore… che inghiotte i nostri errori… sono solo alcuni versi degli haiku di Riccardo Duranti che accompagneranno le opere di Anna Onesti – profonda conoscitrice delle tecniche giapponesi di realizzazione della carta e dei colori naturali – in una mostra dal titolo “ Il racconto del mare blu”.

Allestita presso la sede dell’Associazione culturale TRAleVolte, in Piazza San Giovanni 10, a Roma, l’iniziativa dal 16 aprile al 18 maggio regalerà ai visitatori le splendide opere dell’artista rocchegiana: il mare verticale, composto da creazioni recenti e non, e Frammenti di un racconto Azzurro, suddivisi in quattro lunghi stendardi. Dipinte con colori naturali come l’indaco e il guado e caratterizzate dal prevalere del colore blu, le opere di Anna raccontano il mare, il nostro Mediterraneo, mondo organico sottomarino, attraverso forme che si ripetono con una cadenza ritmica: elementi ciliari, tentacoli, filamenti, attinie, profili di figure umane in precipizio.

Oltre agli haiku, anche il componimento di Paolo di Paolo ‘Viviamo intorno a un mare’, sarà proposto nel Catalogo edito da Coazinsola Press, collana Gratia artis. “Potessi anch’io come la marea andarmene soltanto per tornare…” citava l’artista tempo fa da un romanzo giapponese dell’anno Mille, scritto da una donna della corte di Fujiwara: ebbene le sue creazioni, realizzate con carta giapponese attraverso tecniche come l’impronta, il ricalco e la piegatura paiono concretizzare proprio quel viaggio che le spume salate compiono nel turchino luccichio del loro tragitto, coinvolgendo in un abbraccio visivo chi ne resta ammaliato.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com