“Dio C’era”, di Pasquale Ciampa. Giovedì 14 la presentazione

0

ROCCA DI PAPA/ eventi – Alla presenza di magistrati, avvocati e associazioni culturali

Il 14 maggio, alle ore 18, nell’aula consiliare di Rocca di Papa, verrà presentato il libro ”Dio c’era”, di Pasquale Ciampa (Collana: Edificare Universi). Introduce e coordina: l’avv. Silvio Casciotti. Dopo il saluto del sindaco Pasquale Boccia, interverranno il Magistrato del Tribunale di Velletri dott.ssa Alessandra Ilari, l’avv. Maurizio Frasacco, il presidente dell’ass. Culturale ”L’Osservatorio” Maria Fondi e la Prof.ssa Patrizia Pezzini.

LA TRAMA DEL LIBRO – L’avvocato Luca Scala è in crisi di identità. Dopo tanti anni di successi nella professione, ha esaurito le energie, e non ne può più dell’ambiente asfittico e opprimente delle aule di tribunale, e soprattutto dei discorsi approssimativi e petulanti di alcuni clienti con i loro avvocati e – tra gli avvocati stessi – per una diffusa propensione a volare basso. Eppure un giovane ha bisogno del suo aiuto. Sarà per Scala l’occasione per riflettere su temi della vita a lui cari, primo tra tutti il significato delle vicende umane alla luce della fede in Dio. Le tre storie di Angela, Giampiero e Marittella, che Scala racconta al giovane – inventate, ma forse con qualche accento autobiografico – sembrano cucite su misura per comprendere quanto da una vita ricca di insidie e di tragedie possano comunque risplendere elementi di ottimismo e di fiducia. Ma l’impatto con la realtà talvolta è brutale, e ci mette di fronte a scelte lontane dai nostri desideri e fonte di sofferenza.

L’autore del romanzo, Pasquale Ciampa (Napoli, 1941), è avvocato penalista dal 1967. È stato consigliere della Camera penale di Roma e dell’Unione camere penali italiane. Ha partecipato come avvocato difensore a importanti processi penali, quali il processo per l’omicidio della modella Christa Wanninger; per l’omicidio di Mario Piave; per l’omicidio dei fratelli Menegazzo; per gli episodi terroristici di guerriglia comunista; per i fondi neri del Sisde e in numerosi altri. È stato inoltre sindaco di un paese dei Castelli romani. Nel 2006 è stato nominato Cavaliere della Repubblica per particolari benemerenze anche nel campo politico. Da giovane ha fondato e lavorato a riviste culturali, e tuttora collabora con la rivista “Gli oratori del giorno”. Ha già pubblicato nel 2010 il romanzo politico “L’orgoglio di una solitudine”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com