Atripaldi, un ”arrivederci” tra brindisi e commozione

0

ROCCA DI PAPA – Cerimonia in aula consiliare per il commiato del Comandante della Caserma dei Carabinieri di Rocca di Papa

Una cerimonia sentita e toccante, tra amici e conoscenti, cittadini, amministratori, autorità militari e civili, associazioni e parti sociali della città. Rocca di Papa, in un’aula consiliare gremita, ha salutato il Comandante della Caserma Ottavio Atripaldi, promosso al Comando Provinciale di Roma, tra omaggi, commozione e sentiti gesti di amicizia. Moderato dal Presidente del Consiglio Comunale Luigi Ferrazzoli, il pomeriggio è stato accompagnato da momenti che non hanno mancato di emozionare la platea.

Il sindaco Pasquale Boccia ha ringraziato sentitamente Atripaldi per il suo servizio alla comunità. ”Faccio un saluto ad Ottavio – ha detto – non per un dovere, ma perchè lo sento. Oggi per lui inizia un’altra tappa, consapevoli che il suo impegno sarà sempre lo stesso. Oggi la città è qui, con tutte le sue forze vitali. Diciamo grazie al Comandante per i suoi 23 anni in questo paese e la sua testimonianza, arricchita da un esemplare spirito di servizio e da una fedeltà straordinaria”. Anche Giovanni Gatta ha tributato ad Atripaldi il suo saluto, sottolineando l’umanità e l’amicizia disinteressata che ha dimostrato verso la comunità e verso le persone a lui più care. Sono intervenuti inoltre il Presidente del Centro Anziani Carlo Sciamplicotti e Florentina D. Pagnejer a nome delle comunità straniere. Il Colonnello Magrini ha elogiato l’operato del collega, con una riflessione sulla sua professionalità. ‘Si è dimostrato sempre – ha affermato – con la sua umanità con i cittadini e le istituzioni, nel rispetto reciproco delle funzioni e nella serietà dei propri impegni”. Il Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Frascati, Melissa Sipala, ha confermato quindi il giudizio del collega: ” Le doti di Ottavio Atripaldi sono quelle di un professionista di spessore, arricchite da una spiccata sensibilità. La vita, poi, è fatta di continui cambiamenti e di crescita, ma siamo sicuri, augurandogli il meglio, che rimarrà sempre un punto di riferimento per questa comunità”.

La Caserma dell’Aeronautica Militare, rappresentata dal Colonnello Alessandro Albanese, ha consegnato al Comandante un omaggio, ringraziandolo del supporto e dei buoni rapporti tenuti in questi lunghi anni. Quindi l’intervento finale, il più sentito ed emozionante. Atripaldi, prendendo la parola, ha voluto rendere il suo tributo a tutta la comunità roccheggiana per la vicinanza dimostrata. ”Sono arrivato qui – ha detto – con un un po’ di diffidenza. Invece, sin sa subito, ho incontrato tante persone perbene e straordinarie. Tra le tante voglio ricordarne due, Gianfranco ed Angelo Fondi, che mi hanno accolto come fossi un figlio. In questi anni sono passate tante amministrazioni e con ognuna siamo riusciti ad instaurare un ottimo rapporto. Ora è il momento, tra gli impegni che avrò, di dedicare anche alla mia famiglia quel tempo che in tutti questi anni non sono riuscito a dare”. Quindi il commiato ai ragazzi della sua Caserma e un brindisi assieme ai cittadini per dirsi arrivederci. Già, perchè quello di Ottavio Atripaldi, per tutti i presenti, non è stato un addio, ma un semplice saluto nella consapevolezza che le strade si incroceranno ancora per molto tempo.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com