A vuoto la mozione di sfiducia a Querini, “battaglia senza senso di Crestini”

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Il Pd commenta l’esito politico dell’assise di ieri

E’ il circolo Pd di Rocca di Papa a commentare gli esiti della mozione di sfiducia all’assessore Maurizio Querini  presentata dal consigliere Emanuele Crestini nel Consiglio Comunale di ieri.

Dopo aver denunciato un buco di bilancio di 20 milioni di euro,  il consigliere di opposizione ha chiesto all’intera assise di votare la sfiducia. Ma lui è stato l’unico a farlo.

“La mozione non solo è stata respinta, ma l’unico a fare il “buco”, politico in questo caso, è stato proprio Crestini – dichiara in un comunicato il direttivo del Pd -. Infatti, quella che doveva essere il fiore all’occhiello dell’opposizione si è tramutata in una battaglia senza senso dell’isolato Consigliere, in quanto di quattro rappresentanti solo lui ha votato a favore, due non si sono presentati ed uno, Enrico Fondi (n.d.r.), ha dichiarato altresì che Querini ha azzerato il debito del bilancio, pur con tasse ai massimi storici e quindi è uscito pure lui.

Forse hanno capito tutti che è cosa buona non dire numeri falsi, perchè sono sempre dimostrabili. Ci chiediamo noi: perchè terrorizzare i cittadini sparando buchi da venti milioni con un bilancio invece risanato? L’ora dei populisti sta per finire, anche perché spesso sono in linea invece con quelli che vogliono fermare il cambiamento. Azioni incrociate che puzzano di bruciato! ma è ora di fare proposte concrete, non di inventare teoremi assurdi che rimangono parole al vento. Come dice il nostro grande segretario nazionale…scripta manent! #statesereni circolo di rocca di papa”.

Lo stesso assessore Querini aveva già risposto alle accuse avanzate da Crestini mediante nota: ” Innanzitutto non esiste nessun buco di bilancio, altrimenti saremmo in dissesto finanziario e commissariati da anni, eventualmente si può parlare di debiti che trovano copertura in tutti i bilanci degli anni passati.

In relazione al debito, proviamo a domandare a qualsiasi cittadino se: l’acquisto di 1000 ettari di bosco, o la realizzazione del teatro, del museo di geofisica, di una nuova scuola, di  un parcheggio multipiano, di un polo sociale, di chilometri di fognature e di pubblica illuminazione, l’asfaltazione di strade, il rifacimento dell’erba sintetica del campo sportivo e tante altre opere pubbliche… Sono un debito? Oppure un Investimento?

La risposta dovrebbe essere ovvia, in quanto è innegabile che si è aumentata la qualità della vita dei cittadini e la fruibilità dei servizi nelle ultime quattro legislature dell’Ulivo prima, e del Pd poi.

Probabilmente, non capire questa differenza, questo si che è manifesta incapacità, a mio avviso.

Ebbene circa la metà del debito di cui parla l’opposizione, è proprio il residuo dei mutui e prestiti obbligazionari, contratti dal Comune per la realizzazione di opere pubbliche.

Premesso quanto sopra, preciso che nella ultima consiliatura Boccia, e quindi da quando il sottoscritto è assessore al bilancio, non solo non è stato contratto nessun mutuo per le opere pubbliche, e ripeto Nessuno, ma addirittura sono stati estinti tre mutui tra cui quello per la realizzazione della nuova scuola materna, assicurando in maniera definitiva al nostro patrimonio questo importante bene, per un importo superiore ai 400 mila euro.

Vorrei anche precisare, che i Comuni hanno un limite massimo di indebitamento, disposto dall’ art 204 del TUEL, per cui la percentuale di incidenza degli interessi passivi sulle entrate correnti, non può superare l’ 8%.

Il Comune di Rocca di Papa negli ultimi tre anni, ha ampiamente rispettato questo limite, registrando la percentuale del 4,10% nel 2012, del 3,84% nel 2013 e 4,04% nel 2014. Così come certificato dai revisori dei Conti dai propri pareri.

In merito all’anticipazione di liquidità, il Comune insieme a migliaia di altri Comuni Italiani, ha aderito al Dl 35 fatto dal governo Monti per pagare i debiti certi liquidi ed esigibili al 31/12/2013, ricordiamo tutti quei tempi, quando si diceva che lo Stato aveva più di 100 miliardi di euro di debiti verso le imprese private, e i nostri 9 milioni, rappresentano meno dello 0,01% del debito Nazionale.

Abbiamo fatto questa scelta, perché in un momento di così grande crisi economica, abbiamo voluto fare la nostra parte per cercare di dare un impulso all’economia locale; basti pensare che con più della metà di questo prestito abbiamo pagato imprese dove lavorano anche i nostri cittadini, ma anche molti commercianti, artigiani e piccole ditte edili del nostro paese, sono sicuro che questa iniezione di liquidità ha solo fatto del bene alla nostra città.

Cosa avremmo dovuto fare? Aspettare che le imprese locali morissero nel frattempo?

Tra l’altro all’interno di questa cifra ci sono notevoli importi rappresentati dai trasferimenti correnti e in conto capitale che gli Enti sovracomunali non ci hanno ancora trasferito, e che il Comune ha in questo modo anticipato.

Per quanto riguarda i residui attivi da incassare, e che comunque si equivalgono con i passivi, vorrei segnalare che già da sei mesi abbiamo appaltato ad una società esterna la riscossione dei crediti che sta dando i suoi frutti, e che ci sono ancora molti ruoli in pancia ad Equitalia-Gerit risalenti agli anni che vanno dal 2000 al 2012 per un importo di circa 4 milioni di euro ancora in corso di riscossione da parte del concessionario, di certo non per nostra responsabilità.

E’ vero siamo in un clima di pre-campagna elettorale, ma l’opposizione non fa i conti con l’intelligenza dei nostri cittadini, se qualcuno pensa di far breccia nell’elettorato, evocando scenari disastrosi che non esistono, cavalcando l’antipolitica o il disfattismo con la speranza di provocare sentimenti di odio nei nostri confronti, sappia che noi risponderemo con un progetto per il futuro carico di speranza e di fiducia, perseverando con la passione e l’amore per la nostra città, nell’erogazione di servizi ai cittadini, in particolare nel sociale, cosa che ci ha sempre contraddistinto negli ultimi anni, raccontando la Verità ai cittadini e senza fare strumentalizzazioni ad arte al solo scopo di assicurarsi una manciata di voti in più”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com