Lo chef Canavacciuolo rivoluziona “La Vecchia Stazione” e Rocca di Papa balza in tv

0

20150609_223423ROCCA DI PAPA / Attualità – Stasera è andata in onda la puntata della terza serie della trasmissione “Cucine da Incubo”

Dopo Alberobello “Cucine da Incubo” ha fatto tappa a Rocca di Papa. E’ il ristorante “La Vecchia Stazione” il locale su cui lo chef Antonino Canavacciuolo ha messo le proprie mani, rivoluzionando menù e arredi. Dai bianchi trulli ai vicoli del centro storico della città castellana, la piazza, le fontane, i panorami: il volto di Rocca di Papa ha fatto da prezioso contorno alle vicende consumatesi all’interno del locale e andate in onda questa sera su FoxLife.

Il prestigioso programma, diventato un vero e proprio cult, erede del gemello inglese condotto dallo chef Gordon Ramsay, nella puntata di oggi, martedì 9 giugno, ha acceso i suoi riflettori non solo su di un ristorante di Rocca di Papa, ma sulla città intera, che è balzata, inconsapevolmente, sulle vetrine nazionali.

Di certo non è un caso che la trasmissione abbia scelto il Museo di Geofisica, o meglio, la sua terrazza al piano più elevato, come location di inizio di un percorso che ha riportato “La Vecchia Stazione” e tutto lo staff a nuova vita.

L’invidiabile panorama e la tranquillità di quell’affaccio sul mondo deve aver ispirato i produttori, che proprio qui hanno voluto portare Pino e Sabrina – i proprietari del locale -, insieme al loro figlio e il resto dello staff, per dare un netto taglio col passato e riacquistare nuovi entusiasmi, attraverso un grido liberatorio.

Un luogo che rasserena e rigenera, dunque, da dove si ha la benefica sensazione di poter dominare il mondo, o meglio, in questo caso, i segreti di una buona cucina.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com