Olimpiadi: Anzaldi (Pd), “Grave candidatura Roma a rischio per ritardi”

0

“Sarebbe molto grave se la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024 saltasse per i ritardi del Comune. E’ opportuno che l’Amministrazione fughi subito questo rischio: mi appello alla presidente del consiglio comunale, all’ufficio di presidenza e a tutti i 48 consiglieri, affinché l’allarme lanciato dal presidente del Coni Malagò non sia lasciato cadere”. Lo dichiara il deputato del partito democratico Michele Anzaldi.

“Per avviare la procedura di presentazione della candidatura – spiega Anzaldi – occorre che l’assemblea capitolina si esprima con una delibera nei prossimi giorni, il 23 o il 25 giugno. Questo provvedimento è propedeutico alla delibera che dovrà adottare il Consiglio federale del Coni, la cui riunione non rinviabile è già prevista per il 2 luglio a Milano presso l’Expo. Da lì, la delibera dovrà ripassare dal Governo per l’ok anche finanziario, poi di nuovo al Coni per arrivare in tempo alla scadenza internazionale del 15 settembre, entro cui vanno presentati al Cio tutti i dossier finali. Anche sui mezzi di informazione, però, è stato lanciato l’allarme sul rischio che tutto si blocchi, perché il consiglio comunale non si è ancora espresso”. “Sarebbe una grave sconfitta per la Capitale – aggiunge Anzaldi – se tutto si bloccasse perché l’Amministrazione fatica ad andare avanti. Perdere le Olimpiadi per una mancanza di dialogo in consiglio comunale su un tema, come quello sportivo, che non dovrebbe dividere le forze politiche, non sarebbe perdonato dai romani e tutti gli italiani. La sfida olimpica può rappresentare il terreno su cui far ripartire Roma, che oggi purtroppo è bloccata”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com