Anche il nuovo progetto di “Agon” guarda al Centro eqiuestre dei Pratoni del Vivaro

0

Interessate anche Rocca di Papa e Castel Gandolfo

Da Roma a Rocca di Papa, fino alle sue strutture inespresse e ai suoi siti da valorizzare con più attenzione, con l’idea di riqualificare strutture o pezzi di storia abbandonati. E’ l’idea di ”Agon”, laboratorio romano aperto fra associazioni, enti di promozione sportiva del territorio e professionisti con l’obiettivo della salvaguardia e il recupero delle aree e delle strutture sportive di carattere storico, artistico e architettonico di Roma e della sua immediata provincia. Il 10 ottobre l’iniziativa si presenterà in Campidoglio per illustrare i progetti relativi al recupero di aree da rivitalizzare. L’iniziativa sarà aperta al contributo dei cittadini che hanno a cuore Roma, le sue zone limitrofe, e la sua storia antica e recente.

Dallo Stadio Flaminio fino al Campo Testaccio e più in là verso Rocca di Papa e Castel Gandolfo, dove sono o erano presenti centri federali del Coni per nuoto, equitazione e canottaggio. Il Centro Equestre del Vivaro, la Via Sacra, gli impianti intorno al Lago di Castel Gandolfo saranno interessati dal progetto? Agon intanto intende promuovere la visione di un futuro ”desiderabile”, favorendo l’utilizzo responsabile delle risorse culturali incentivando la rigenerazione urbana con la possibilità di perseguire la sostenibilità sociale degli interventi di riqualificazione architettonica delle strutture di valore storico mediante la partecipazione attiva dell’associazionismo e del terzo settore. Tra qualche mese, al di là degli annunci, ne sapremo di più.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com