Anche a Rocca di Papa lo stand per combattere contro la sclerosi multipla

0

ROCCA DI PAPA – Combattere la sclerosi multipla è possibile con l’aiuto di tutti. Oltre 280 mila sacchetti di mele con 10 mila volontari nelle piazze italiane per dare nuova linfa alla ricerca contro una malattia che in Italia colpisce 75 mila persone, per il 50% giovani, e per la quale non esiste una cura risolutiva. Ecco ”La Mela dell’Associazione italiana sclerosi multipla”, che coinvolgerà 4mila piazze d’Italia sabato 10 e domenica 11 ottobre, per l’iniziativa di sensibilizzazione, informazione e raccolta fondi. Uno stand sarà presente anche a Rocca di Papa, davanti al ”Careffour”, grazie all’impegno della Protezione Civile dei volontari di alcune associazioni.

La sclerosi multipla si manifesta per lo più con disturbi del movimento, della vista e dell’equilibrio, seguendo un decorso diverso da persona a persona. La ‘Mela di Aism’ nasce non solo per garantire sostegno alla ricerca sulla sclerosi multipla, ma a far vivere tutti i progetti di Aism a supporto dei giovani con sclerosi multipla: sportelli informativi e di orientamento, convegni sul territorio, prodotti editoriali pensati per rispondere a quesiti e problemi che si presentano nella loro vita quotidiana, sanitaria, sociale e lavorativa e un blog (www.giovanioltrelasm.it) dove tutti possono riconoscersi e ‘sentirsi a casa’.

La ricerca negli ultimi anni ha fatto molti progressi. Esistono terapie in grado di rallentare la progressione della malattia e di migliorare la qualità di vita delle persone. Ma la causa e la cura risolutiva non sono state ancora trovate. Per questo è fondamentale sostenere la ricerca scientifica “per garantire una migliore qualità di vita, per trovare nuovi trattamenti sempre più efficaci, per trovare la causa della sclerosi multipla e la cura risolutiva in un futuro sempre più vicino”, sottolinea Aism.

Ogni anno l’associazione mette a disposizione dei ricercatori un bando di ricerca di 3 milione di euro, dal 1987 a oggi ha finanziato attraverso Fism 360 giovani ricercatori e il 76% continua a svolgere studi sulla sclerosi multipla. In questi giorni emittenti nazionali e locali, tv e radio, diffonderanno lo spot di ‘La Mela di Aism‘ e contribuiranno con spazi di informazione per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com