L’Hospice del San Raffaele ottiene il massimo riconoscimento della Società Europa Oncologi

0

ROCCA DI PAPA – L’Hospice del San Raffaele ha ottenuto il massimo riconoscimento che la Società Europea Medici Oncologi rilascia a un numero limitato di centri considerati ad altissimo livello di cure erogate al paziente affetto da cancro. Ad ottenere questa prestigiosa certificazione sono stati i centri di Rocca di Papa e Montecompatri.

Il titolo, che sarà valido per il triennio 2016-2018, costituisce la terza conferma consecutiva della validità e del livello di eccellenza delle due strutture alle porte di Roma, che negli anni hanno saputo coniugare in maniera unica il concetto di assistenza a chi soffre di cancro. L’idea vincente – dicono ora dal San Raffaele – è stata quella di creare un vero e proprio network, legando il momento delle cure chemioterapiche e dell’assistenza medica alla fase delle cure palliative – da un punto di vista geografico oltre che operativo – creando un asse, o meglio una rete di assistenza integrata tra l’Unità Operativa di Oncologia Medica dell’Università Tor Vergata e il San Raffaele. In presenza di un malato oncologico, infatti concetti come quelli di continuità terapeutica e rete assistenziale integrata assumono una particolare valenza psicologica oltre che medica. Lo sa bene il Prof. Mario Roselli, Direttore U.O. di Oncologia Medica dell’Università Tor Vergata di Roma, grazie alla cui lungimiranza, tre anni fa ha preso vita un nuovo corso nella gestione della delicata fase di transizione dalle cure chemioterapiche a quelle palliative.

Il certificato ESMO 2015 è dunque il giusto risultato di un progetto che fin dal principio ha rincorso come obiettivo primario il miglioramento della qualità della vita dei malati terminali di cancro.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com