Rocca di Papa, prima uscita di piazza del Pd per raccogliere le iscrizioni all’Albo degli Elettori delle Primarie

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Domenica scorso, 8 novembre, il Pd di Rocca di Papa ha allestito il primo gazebo in piazza per raccogliere le iscrizioni all’Albo degli Elettori, la novità introdotta quest’anno dal partito proprio in merito allo strumento principe delle Primarie.

A Rocca di Papa l’iter per guidare elettori ed elettrici ad iscriversi all’Albo, di coloro cioè che potranno votare il candidato del centrosinistra, assume un’importanza ancora maggiore, in vista delle consultazioni primarie di febbraio prossimo, attorno alle quali il clima è già diventato assai rovente. Il primo gazebo in piazza, a squarciare una situazione di sempre maggiore scollamento dei cittadini dalla politica, che intanto si arrabatta in guerre intestine che hanno sì spettatori ma sempre meno seguaci, ha un compito assai difficile: avvicinare le persone.

Sono circa una trentina le iscrizioni raccolte nella prima giornata di un fitto calendario che si protrarrà fino al 29 dicembre.

“L’albo – secondo il regolamento –  è lo strumento con il quale il Partito Democratico rende partecipi tutti coloro che desiderano entrare a far parte della nostra comunità politica, condividendone i valori e i principi ispiratori, le scelte strategiche, elettorali e  non necessariamente solo elettorali,  che i territori sono chiamati di volta in volta a compiere.

L’Albo è aperto agli elettori, ai dirigenti e agli amministratori delle altre formazioni politiche riconducibili al centrosinistra e alle forze presenti nell’associazionismo e nella società civile compatibili con le iniziative e con i progetti individuati dai circoli e dalle unioni comunali locali del PD.

L’iscrizione all’Albo è preclusa agli esponenti universalmente riconosciuti di quelle forze politiche e sociali che per linea, comportamenti, visione, valori e obiettivi, non sono compatibili con il Partito Democratico e con i principi generali contenuti nel suo statuto e nel suo codice etico”.

Se lo scorso anno le Primarie, vicine e lontane, hanno dato pessima prova di sè, determinando spaccature insanabili all’interno delle coalizioni di centrosinistra (vedi Marino o Frascati, solo per citare gli esempi più prossimi), a Rocca di Papa le novità introdotte per quanto riguarda chi potrà scegliere il candidato sindaco dovrebbero mettere al riparo da deviazioni dannose e controproducenti.

La sperimentazione del buon esito delle novità introdotte vedrà il Comune  di Rocca di Papa come protagonista.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com