Solo una ciambella piena di amore salverà il cuore della dolce Biancospino…

1

ROCCA DI PAPA / Eventi – Appuntamento a corte (Museo Geofisico) il 6 dicembre ore 15. La IV edizione della Ciambella degli Sposi si tinge di fantastico

«Quando Furia entrò nel grande salone, con in mano la rosa selvatica che sapeva essere di Biancospino, la folla si divise a formare un corridoio di facce curiose. E così era lui, proprio il figlio della Strega Tanato, ad aver sconfitto l’odio con qualcosa di più dolce e forte: una ciambella piena d’amore».

L’epilogo di una storia d’altri tempi, di reali e sfarzosi vestiti svolazzanti, che si snoda proprio lì, all’interno della sontuosa e rocciosa dimora della Fortezza, che fiera svetta a fare da cima a un borgo incantato di casette e vicoletti, tra rami e foglie di un bosco incontaminato, sui ciottoli della Via Sacra, sullo sfondo di un panorama senza fine, è l’omaggio del Laboratorio Centro Storico al dolce tipico di Rocca di Papa.

Incantesimi, sortilegi e amori in pieno stile fiabesco, mescolati sapientemente dalla penna di Aurora De Luca, viaggiano e incantano sorretti dalle raffigurazioni di Clementina e Nicoletta Vittucci, le foto di Paola Rufini, l’allestimento di Alessia Tino e Doriana Basili, le rievocazioni scaturite dalle mani fatate di Danira Sciamplicotti coadiuvate da Assunta e Mercedes Sciamplicotti e Gloria Casciotti.

Il tutto rappresentato con grande originalità. Re e Regine, Principi e Principesse, streghe, dolci, ingredienti d’amore capaci di spezzare ogni sortilegio. Uova, farina, zucchero, buccia di limone, aromi e un foro bello tondo. Nulla più per salvare la principessa.
«Biancospino, d’altro canto, se ne stava ridente in mezzo agli alberi; nulla più di questo poteva renderla felice, starsene nel verde, essere anche lei sottobosco. Passeggiava vicino alla Via Sacra, che stava lì da ben prima che lei nascesse; lastroni di basalto fiancheggiati da aceri e noccioli, castagni e faggi, e che conducevano, sotto archi di rami, fino a un antichissimo tempio, eretto al dio Giove. Vi era un che di magico, di astrale, in quel bosco, un caos primordiale equilibrato tra luce e ombra ».

Il 6 dicembre al Museo Geofisico, ore 15, in occasione della IV edizione della “Ciambella Degli Sposi… Ciambella di Corte”a Rocca di Papa si vive una favola.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com