”Volevo essere Walt Disney”, il successo di uno spettacolo magico

0

ROCCA DI PAPA – Nonna battiamo le mani, così comincia lo spettacolo – mi dice piccola Serena, ormai impaziente. Tre anni e mezzo e mi stupisce con la sua logica che poi è reale atteggiamento che in genere il pubblico riserva agli attori quando l’attesa si prolunga. Trascorrere con lei un pomeriggio di dicembre davanti a un palcoscenico significa divertirsi e tornare bambina insieme a tutti gli altri cuccioli presenti in sala. Questa la magia che il Teatro Civico di Rocca di Papa periodicamente offre ai suoi spettatori, con una programmazione riservata anche ai bambini.

Volevo essere Walt Disney, il musical andato in scena il 5 e il 6 dicembre ha regalato a tutti, grandi e piccini sorrisi, emozioni, sguardi stupiti e bocche aperte per la meraviglia. La storia scritta da Enrico Maria Falconi ha fatto rivivere, sì i personaggi delle nostre favole, ma ormai famosi e solo attenti allo share, al fitness, al make-up e ai contratti milionari: snaturati dal loro ruolo, non pensano più a raccontare storie indimenticabili ai bambini e alle loro famiglie. Sarà il giovane protagonista a radunarli, a convincerli con pazienza realizzare uno spettacolo nuovo e far rivivere a tutti i sogni della nostra infanzia.

Guidati dal regista e coreografo Manolo Casalino, Salvatore Bandiera, Laura Bonato, Giovanni de Anna, Giulia di Turi, Tania Petroni, Coky Ricciolino, Katia Rizzo hanno dato voce ai tanti personaggi bizzarri e simpatici delle favole Disney: Mary Poppins, il Genio, Trilly, la Bella e la Bestia, Biancaneve, Cenerentola che hanno danzato e cantato coinvolgendo il pubblico e facendolo sognare, come diceva il grande Walt Disney anche alla fine dello spettacolo, quando hanno abbracciato e conosciuto da vicino i piccoli, entusiasti e incantati spettatori.

Le foto dell’evento sono consultabili presso la Pagina facebook del Teatro Civico di Rocca di Papa – https://www.facebook.com/teatroroccadipapa/?fref=ts

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com