Altro sopralluogo al Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro per stringere sugli immediati lavori. Ancora un reportage di degrado

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Nella mattinata di oggi il presidente della Fise, Vittorio Orlandi, il consigliere della federazione delegato, Claudio Toti, e la consigliera Emanuela Maria Mafrolla, hanno fatto visita al Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro, insieme al sindaco di Rocca di Papa, Pasquale Boccia, al vicesindaco Maurizio Querini, e agli altri rappresentanti della Fondazione “Ranieri di Campello” – nata per prendere le redini della rinascita del circolo -, Emilio Cianfanelli e Mauro Checcoli, per accelerare l’inizio delle attività di riapertura e riqualificazione del compendio.

Dopo un sopralluogo, che ha messo in evidenza lo stato di degrado in cui sono caduti i campi di gara e tutte le strutture, gli sguardi sono stati rivolti poi all’imminente futuro, che vedrà l’inizio dei lavori di sistemazione dei campi, così da riportare in tempi brevi i cavalieri ad allenarsi ai Pratoni del Vivaro. La partecipazione del Coni e della Regione Lazio, con proprie risorse, permetterà poi, unitamente ad altre fonti, di sistemare l’intero centro e riportarlo ai fasti di un tempo.

Le attività da parte degli attori della fondazione proseguono spediti, a fronte anche della nuova richiesta del Comune di Rocca di Papa della proprietà del Centro Equestre, in forza del decreto Milleproroghe che ha posticipato i termini per il Federalismo Demaniale.

Intanto nelle prossime intenzioni c’è la collaborazione con i corpi di Protezione Civile del territorio al fine di istituire un servizio di guardiania.

Invalid Displayed Gallery

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com