Invertire la centralità culturale della Capitale si può… con “entusiasmo e amore”

0

ROCCA DI PAPA / Cultura – La pelle può rabbrividire e il cuore emozionarsi anche senza andare troppo lontano, la cultura non ha luoghi precostituiti, e i grandi spettacoli, quelli che parlano allo “stomaco”, si possono trovare proprio a due passi da noi. E’ un po’ come la grande attrazione che esercitano i centri commerciali, e la necessaria tendenza inversa a ritornare a riscoprire la qualità e il valore del negozietto sotto casa. Ecco, poniamo che questo negozietto sia il Teatro civico di Rocca di Papa, che si è posto ormai da mesi proprio al centro di quell’inversione di cui si parlava poc’anzi, in virtù di una valorizzazione dei piccoli borghi e delle loro potenzialità che va sempre più di moda. Qui, in questo “piccolo” e affascinante luogo della cultura, che rivendica i suoi spazi contro il centrismo culturale della Capitale, il palcoscenico non smette di affascinare e coinvolgere ogni tipo di pubblico, con spettacoli divertenti, intelligenti, romantici e fantastici che trasudano da ogni angolo professionalità ed entusiasmo.

La sfida fa venire i brividi, anche solo a leggere le parole del presidente della “Blue In the Face”, l’associazione che dal 2015 ha preso in gestione il teatro, organizzando un cartellone interessantissimo, costellato da tante “prime” e nomi noti dello spettacolo.

Continua a leggere l’intervista…

Il Teatro di Rocca di Papa, il “luogo dell’anima” che ospita grandi nomi e prime nazionali

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com