Il sindaco Boccia difende la città di Rocca di Papa dopo il servizio di Rete 4 sugli immobili abusivi

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Il servizio andato in onda ieri sera su Rete 4, all’interno della trasmissione “Dalla vostra parte” di Paolo Del Debbio, che ha affrontato il problema delle costruzioni abusive dando voce ai cittadini coinvolti nei procedimenti sollecitati dalla Procura della Repubblica di Velletri, ha creato non pochi malumori in città.

In un post su facebook è stato il primo cittadino, Pasquale Boccia, a voler chiarire, dati alla mano, l’inesattezza delle dichiarazioni e dei dati riportati, che sono valse a Rocca di Papa l’identificativo di “Capitale dell’abusivismo”.

“Cari concittadini, quello che è successo ieri è gravissimo – scrive il sindaco – , si è calpestata la dignità della nostra città sbandierando dati e numeri non veritieri. Sono arrabbiato e amareggiato per quanto ho sentito in diretta nazionale. Sentire che Rocca di Papa è la capitale dell’abusivismo presentando oltre tremila abusi, come se interi quartieri dovessero essere demoliti, quando parliamo in realtà di immobili già sanati attraverso le sanatorie dell’85 e del ’94, è inconcepibile. E’ risultato che tutte le abitazioni di Rocca di Papa sono abusive, E NON E’ COSI’, non possiamo restare inermi di fronte a questo oltraggio alla città e ai suoi cittadini, non possiamo farci offendere in questo modo solo perché qualcuno si diverte a cavalcare il disagio sociale.

I dati veritieri parlano, dal 96 ad oggi, di 524 abusi (ma il numero è suscettibile di ribassi perché molte pratiche riguardano più abusi sullo stesso immobile) per cui non è applicabile la sanatoria per via dei vincoli che gravano sul nostro territorio. Come abbiamo già detto abbiamo creato un percorso di rete con gli altri Comuni per trovare soluzioni a questo problema sociale, ma sono fermamente convinto che ieri le difficoltà che stanno vivendo alcune persone si sia trasformato in un pericoloso boomerang sociale per l’intera comunità, che acuisci contrasti interni che non giovano a nessuno.

Abbiamo comunque dato mandato ai nostri avvocati di diffidare la trasmissione e difendere la nostra immagine e quella di Rocca di Papa”.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com