Rocca di Papa alla ribalta della scena mondiale: Daniele Acciari e il suo flipper

0

daniele acciari con la coppaOltreoceano il suo nome è sicuramente più conosciuto e famoso tra gli appassionati di Pinball con quattro mondiali conseguiti, due consecutivi: doppio primato, uno dei quali bissato nel 2015 e 2016: non stiamo parlando di un supereroe dei fumetti, ma di un ragazzo appena trentenne di Rocca di Papa: Daniele Celestino Acciari.

Questo giovanotto infatti, il mese scorso ha vinto per la quarta volta il Campionato di flipper, svoltosi quest’anno negli Stati Uniti d’America a Pittsburg dal 12 al 14 aprile; il suo è un traguardo che lo ha visto vincitore su sessantaquattro giocatori, tra i migliori del mondo in questa specialità agonistica. Già lo scorso anno, con la conquista del terzo titolo mondiale Daniele è stato contattato dalla IFPAITALIA (International Flipper Pinball Association) e invitato dalla UISP (Unione Italiana Sport Professionisti) a Massa Carrara, all’Expo dei Giochi sportivi che comprende oltre al flipper, competizioni con il bigliardino, il ping pong, Risiko… Rispetto ai precedenti Mondiali, nei quali Daniele ha giocato come singolo , perché non inserito in un contesto nazionale, quest’anno, grazie alla IFPAITALIA, ha rivestito un ruolo nel quale ha rappresentato l’Italia. C’è da dire che tale Associazione è stata creata proprio dopo la sua vittoria ai mondiali negli anni precedenti ( 2010 – 2012 – 2015 – 2016) e questo è un altro tassello che aggiunge soddisfazione e valore a questo giovane schivo, modesto e sempre sorridente, recentemente premiato anche in Italia, a Milano, accolto con tutti gli onori che un campione del suo calibro merita. Ma i flipper, quelli con i quali si giocava da ragazzi nei bar, che fine hanno fatto? Soppiantati da videogames e slot machine più o meno legali, i vecchi biliardini elettronici, anche a causa del difficile trasporto e manutenzione, in Italia sono diventati solo oggetti da collezione per gli appassionati: esperti giocatori di flipper in Italia ne sono rimasti pochi, i giovani non li conoscono.

coppe mondiali acciariÈ in America che vanno forte: sempre più evoluti e sofisticati quelli che escono dalle fabbriche statunitensi, mentre nel belpaese non se ne fabbricano più. Lo dice con rammarico Daniele: – Il flipper non può essere considerato un oggetto del passato, morto: è un gioco vivo, che appassiona, che richiede intelletto per attuare strategie, che mette in atto schemi e sottili tecniche. Non si tratta solo di mantenere la palla in gioco, ma di creare situazioni tattiche che variano a seconda del flipper, del contesto nel quale si gioca, degli avversari e a un buon giocatore si richiede padronanza e abilità nel conoscere e applicare le regole – Vale la pena ricordare che negli anni ’50-’80 i flipper erano elettromeccanici, caratterizzati da un gioco molto lento, con palette deboli, senza rampe e piani sopraelevati: il gioco procedeva anche con piccoli “colpetti” che li scuotevano; l’abilità del giocatore era anche quella di saper dosare la forza per non mandarli in TILT.

Intorno agli anni ’80 -’90 s’incominciano a vedere i primi flipper elettronici, simili a quelli precedenti, ma con rampe e piani sopraelevati e leggermente più veloci. E’ dagli anni ’90 a oggi che si nota un’evoluzione sempre più raffinata in questo campo: caratterizzati da un gioco molto veloce, con maggiore sensibilità, i flipper hanno molte rampe, piani sopra e sottoelevati, il gioco è caratterizzato da effetti speciali audio e video, si avvale di animazioni. Per il TILT poi, il sistema consente due avvertimenti, poi blocca la partita. Molto diversi ora, dai flipper con i quali ci si divertiva da ragazzini e sui quali il nostro campione si è fatto le ossa prima di spiccare il volo, conseguendo oltre sessanta coppe, innumerevoli medaglie e quattro flipper.

Tra questi, oltre alla bella coppa sulla quale dominano un flipper e un giocatore intento a giocare, l’ultimo trofeo conquistato ai mondiali è un modello AC/DC del quale Daniele va molto fiero. Così come tutti noi castellani e rocchegiani lo siamo di lui che, con le sue vittorie ha dimostrato che i sogni qualche volta possono diventare realtà! Complimenti campione!

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com