Rocca di Papa, il Movimento 5 Stelle ci riprova. Ieri l’incontro del nuovo meetup che riparte dalle regole

0

marco d'antoniROCCA DI PAPA / Attualità – Si sono ritrovai ieri sera presso il ristorante “La Vecchia Stazione” alcuni cittadini di Rocca di Papa che, dopo la grande assenza alle ultime comunali messe da poco nel cassetto, stanno riorganizzando dalla base il Movimento 5 Stelle locale. I primi 14 componenti del meetup roccheggiano, vale a dire Daniele Acciari, Lorenzo Bellè, Marco Bellè, Eugenio Brunetti, Marcello Casciotti, Marco D’Antoni, Giancarlo Fagioli, Andrea Fei, Diego Fei, Alessandro Giovanetti, Claudio Giovanetti, Ilaria Laganà, Vincenzo Lupardini, Alessandro Trinca, Emanuela Trinca, hanno incontrato ieri tutti i simpatizzanti, che hanno scelto di rispondere alla chiamata, per illustrare il regolamento e gli obiettivi futuri.

Carte alla mano sono state rese note le modalità con cui ogni cittadino può iscriversi al meetup, per poi divenire “iscritto attivo” dopo aver partecipato cioè almeno al 50% delle attività promosse dal meetup stesso nell’arco di 120 giorni, e dopo l’accettazione da parte della maggioranza degli iscritti attivi. Tutti i componenti del meetup, con il quale poi si intende giungere al riconoscimento, da parte del Movimento 5 Stelle nazionale, di una lista in grado di dire la sua alle prossime amministrative, comunicheranno tramite una chat di messenger.

Al momento l’organizer è Marco D’Antoni (co-organizer Giancarlo Fagioli e Lorenzo Belle’), il segretario Marcello Casciotti, il moderatore Andrea Fei e il tesoriere Marco Bellè. Per l’iscrizione non occorre versare nessuna cifra. Ogni carica dura sei mesi, e può essere interrotta su richiesta da un terzo degli iscritti attivi e votata poi dalla maggioranza.

“Siamo tutti portatori d’acqua per uno stesso progetto – ha detto ai presenti, una quarantina circa, Marco D’Antoni -. Abbiamo stilato il regolamento in modo che non si ripetano gli errori del passato. Non possiamo più permetterci di perdere tempo ed il meetup deve andare avanti nonostante le singole persone”. Chiaro il riferimento alla mancata organizzazione del Movimento 5 Stelle per le amministrative del 5 giugno, per cui si puntava inizialmente ad ottenere almeno un consigliere, anche se, col senno del poi, visti i risultati verificatisi un po’ ovunque in Italia, gli esiti potevano essere assai più soddisfacenti.

“Visto il numero elevato di persone simpatizzanti inizieremo col dividerci in tavoli di lavoro a seconda delle proprie competenze e interessi – ha detto ancora D’Antoni -, in modo da affrontare le varie problematiche del territorio e interfacciarci poi con l’Amministrazione comunale”.

L’intento del meetup è quello di organizzare almeno un evento ogni 10 giorni così da iniziare un lavoro di radicamento sul territorio. Gli organizzatori, nello stilare il regolamento, hanno inoltre voluto scongiurare la nascita di altri meetup a Rocca di Papa, che andrebbero in contrasto con quello appena sorto, e che metterebbe a rischio la convalida di una lista da parte della direzione centrale in futuro.

Alla riunione era presente anche quel Roberto Fondi che, inizialmente nel ruolo di organizer, non era riuscito a organizzare un gruppo di persone a Rocca di Papa, ed è stato poi diffidato dal Movimento perché, sostenendo il candidato Massimo Grasso con una lista civica, cercava di far passare il messaggio che i pentastellati appoggiassero il centrodestra.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com