Schiarite per il calcio roccheggiano. L’Amministrazione conferma ai Canarini l’affidamento del campo

0

ROCCA DI PAPA/ Attualità – Procedono le manovre per l’organizzazione della prossima stagione calcistica per la Canarini di Rocca di Papa. Ieri c’è stato l’ulteriore incontro con l’assessore Paolo Montalto che ha assicurato alla società la continuazione nell’affidamento del centro sportivo “L. Gavini” in attesa di indire un nuovo bando, riportando gli animi e le preoccupazioni di dirigenti, volontari e famiglie sui binari della serenità.

Mancano alcune formalità burocratiche ma l’Amministrazione comunale ha tenuto fede alla parola data ed ha garantito alla società il proseguito delle attività, secondo però un affidamento che dovrebbe includere tutte le società calcistiche di Rocca di Papa, vale a dire anche il Real e la Polisportiva Calcio a 5. Soddisfazione per la disponibilità dell’assessore è stata espressa da Antonio Gentili.

L’impasse determinato però dalle incertezze del momento, derivanti dal cambio amministrativo, hanno però causato un rallentamento nella ripartenza del progetto calcistico, causando qualche emorragia.

” Purtroppo il tempo non ha aiutato la nostra programmazione e molti ragazzi dell’ agonistica (quelli che terminano a 13 anni la scuola calcio) sono approdati in altre società vicine – spiega il presidente Gennaro Draicchio -. Riteniamo che solo una visione a lungo termine può fermare questa emorragia continua che si verifica ormai da anni”.

Proprio in quest’ottica la società calcistica di Rocca di Papa ha intavolato per il prossimo anno un accordo con la vicina Vivace Grottaferrata, anch’essa affiliata della As Roma, per creare un percorso solido per il settore agonistico.

“Il problema del calcio giovanile – spiega Draicchio –  sono spesso le grandi aspettative che ci sono intorno a questo sport, che portano i genitori dei bambini arrivati a 12/13 anni a perdere in alcuni casi la testa, e a cercare le soluzioni più disparate. Con la Vivace c’è una comunione di intenti per unire i ragazzi e garantire anche ai più grandicelli e a coloro che non hanno possibilità di muoversi, di continuare a giocare a calcio con un livello di qualità regionale o èlite”.

E’ rimasta invece in panchina, per restare nel gergo, la fusione dei Canarini con il Real, che comunque rimane pur sempre un punto di riferimento come prima squadra di Rocca di Papa.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com