Il cantiere della Funicolare deve far posto agli autobus. Ma ancora nulla

0

ROCCA DI PAPA/Attualità – Ancora non si muove nulla presso la stazione superiore della Funicolare,  dove è atteso il ritorno del capolinea dei bus Cotral

Lo scorso 28 luglio, in occasione  del secondo Consiglio comunale del nuovo quinquennio appena iniziato, il sindaco Emanuele Crestini aveva annunciato, senza abbandonare i toni polemici che stanno caratterizzando l’abbondante post elezioni, che entro la settimana successiva il cantiere per il ripristino della Funicolare sarebbe arretrato per fare posto agli autobus in partenza da piazza della Repubblica.

La notizia è stata accolta con favore dai tanti pendolari e studenti, sopratutto con l’approssimarsi dell’inizio delle lezioni e col sopraggiungere dei mesi freddi. Il ritorno del capolinea al piazzale della Funicolare consentirebbe alle persone in attesa di trovare maggiore ristoro di quello che oggi garantisce la pensilina posta in via temporanea sul ponte di via Frascati,  ottenuta proprio per ovviare ai disagi dell’essere esposti alle intemperie a fronte peraltro di continui ritardi e soppressioni del servizio.

Ma ad oggi pare non si sia mosso nulla. Eppure il sindaco con convinzione aveva annunciato l’imminente spostamento, approfittando dell’argomento per lanciare  un’ invettiva alla precedente amministrazione. “Lo spostamento del capolinea l’ho chiesto per tre anni quando ero in minoranza – aveva detto Crestini -. E solo ora da sindaco ci sono riuscito chiedendo di arretrare il cantiere. Quando c’è la buona volontà le cose si fanno”.

Speriamo che il protrarsi dei tempi sia dovuto alla pausa estiva ma è bene ricordare che la richiesta del ritorno del capolinea alla stazione della Funicolare era partita dagli uffici comunali più volte anche nei mesi scorsi, anzi pare risalgano a circa un anno fa, visto il protrarsi dei lavori, ma le circostanze non avevano permesso di attuare lo spostamento. La stazione superiore era,infatti, ancora la “base ” principale del cantiere, senza contare i cambiamenti interni alla società  che hanno rallentato le operazioni. Con lo spostamento dei lavori alla stazione a valle e con l’inizio del secondo lotto di intervento,  che prevede anche la realizzazione della nuova viabilità, sembra che il cantiere a monte possa ora arretrare per far posto agli autobus.

Quindi, senza alcuna demagogia o eccessiva propaganda elettorale, speriamo avvenga presto.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com