Continua il giro di vite contro gli evasori della Tari, e la Posta si ingolfa

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Non c’è pace neanche in pieno agosto presso l’unico ufficio postale di via Cavour  (di cui più volte è stato richiesto il potenziamento), dove la fila più lunga è quella della corrispondenza, quella cioè del Comune che sta inviando continui accertamenti ai cittadini in merito alla riscossione Tari.

Continua infatti il giro di vite dell’ufficio Tributi contro l’evasione, e tantissimi sono gli avvisi recapitati a casa dei contribuenti ritardatari nei pagamenti per l’anno 2014.

Se gli uffici comunali fanno fatica ad arginare i cittadini che giungono a chiedere spiegazioni od altro, anche alla Posta l’afflusso è enormemente appesantito dal fatto che i postini lasciano quasi sempre, in maniera quasi automatica, l’avviso di giacenza nella cassetta delle abitazioni, costringendo poi le persone a recarsi allo sportello per vedersi recapitare la raccomandata.

L’avviso di accertamento, comunque, tenuto conto del periodo estivo e del fatto che molti destinatari potrebbero essere fuori, può essere saldato entro sessanta giorni.

 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com