Il Comune attiva WhatsApp per la segnalare le discariche. Obiettivo: ”Uso privato dei problemi della città”

0

Il Comune attiva Whatsapp per la segnalare le discariche. Obiettivo: ”Uso privato dei problemi della città”

Nuove tecnologie e discariche. La Giunta Crestini ha deciso di affidarsi ad un mezzo moderno, ovvero Whatsapp, per dare la possibilità a tutti i cittadini di denunciare aree e zone dove sono presenti discariche abusive. Una proposta un più articolata, attraverso il sito Decoro Urbano, era stata fatta due mesi fa anche dal Meetup 5 Stelle. Era stata però bocciata dall’attuale Giunta.

Com’è nata l’idea? Circa un mese l’assessore all’ambiente Veronica Cimino ha creato un gruppo WhatsApp per contrastare questo fenomeno e gestire le tante segnalazioni dei cittadini. Il funzionamento è semplice: i membri del gruppo, passeggiando fra i vicoli del paese o fra i sentieri che attraversano le aree boschive, quando trovano delle situazioni di degrado ne segnalano la presenza sul gruppo, riportando la posizione e facendo una foto. L’Amministrazione Comunale prende nota delle varie segnalazioni e si occupa di trovare di volta in volta la soluzione migliore e più veloce per ripristinare l’integrità del decoro urbano e/o dell’ambiente. Questo è quanto spiegato dal Comune.

“Le attuali capacità d’intervento del Comune – afferma la Cimino in una nota – sono limitate, anche se per ora siamo riusciti a far fronte a tutte le segnalazioni riguardanti i rifiuti abbandonati. Sono in corso diverse trattative con altri enti locali per mettere in sinergia gli sforzi in merito alla pulizia, specialmente dei boschi. Comunque, l’Amministrazione Comunale farà quanto possibile, garantendo sempre un contatto diretto con i cittadini. Il decoro e la pulizia del paese e del bosco sono elementi che non possono essere trascurati.” Le persone interessate a entrare a far parte del gruppo WhatsApp “Segnalazioni degrado ambientale” possono inviare una mail av_cimino@comune.roccadipapa.rm.it, riportando nome, cognome e numero di telefono.

L’iniziativa non ha mancato però di attirare diverse critiche di carattere politico. Il movimento che ha alzato immediatamente la voce è stato la lista ‘Obiettivo Cittadini Territorio’, rappresentata in aula da Massimo Grasso, che ha subito posto l’accento su alcune anomalie riscontrate. ”Ci ha sorpreso nelle scorse la creazione di un gruppo Whatsapp per la segnalazione delle discariche in città – scrive Obiettivo – e abbiamo appreso che questo gruppo era già attivo da ben un mese e che solo ora viene esteso alla cittadinanza. Chi ci garantisce che il gruppo non verrà utilizzato per scopi politici da parte del Comune? Sapete, cari amministratori, che l’applicazione non è diffusa in quella popolazione che non ha facilità di connessione con le nuove tecnologie?”. ”La pulizia della città e il controllo del territorio – conclude Obiettivo – sono servizi che noi già paghiamo. Gli uffici preposti saranno sostituti da un numero di telefono? Il Parco che fa?”.

L’idea fa quindi discutere e crea dibattito. Sulla sua riuscita o meno avremo (speriamo) notizie nei prossimi giorni.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com