Mondo Migliore, i residenti visitano la struttura e discutono col Prefetto dei disagi. “La chiusura a dicembre? Una chimera”

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Si è svolto mercoledì scorso l’ennesimo sopralluogo dell’Amministrazione comunale e del Prefetto presso il centro di accoglienza di Mondo Migliore, cui il sindaco Emanuele Crestini ha invitato anche alcuni cittadini in rappresentanza dei residenti della zona, fin dal primo momento fortemente preoccupati e comunque i più diretti interessati dalla forzata convivenza resasi necessaria dall’arrivo degli immigrati – sono 370 al momento – a giugno scorso.

Altro che hub temporaneo e prossima dismissione alla fine del mese di dicembre. Il sentore, stando a quanto dichiarato da un partecipante all’incontro, è che non si parli affatto di chiusura, ed anzi, piuttosto di misure tese a limitare i disagi, che comunque ci sono e sono difficilmente superabili.

“La mia proprietà confina con Mondo Migliore e il rumore che vi deriva è insopportabile. In tutte le ore del giorno e della notte gli ospiti giocano  e fanno baccano – spiega un residente – e spesso vengo svegliato dal rumore della palla e da schiamazzi vari anche di mattina presto. I controlli interni sono pochi ed io sono costretto ogni volta a segnalare queste situazioni sperando che qualcuno intervenga”.

L’accordo, preso con il Prefetto, sarebbe quello di rinforzare le recinzioni e scongiurare comportamenti lesivi della tranquillità dei residence e villette adiacenti la struttura di via dei Laghi. “Quando ho parlato della svalutazione degli immobili dal Prefetto non ho avuto risposta alcuna” continua il cittadino amareggiato per la situazione venutasi a creare.

“Spesso vediamo gente che scavalca con buste di alcolici, quando all’interno sono vietati, e la sera è un continuo bere, se non anche altro, ovviamente sempre con rumori molesti”.

“Tutto questo non ci voleva” chiosa il cittadino.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com