Rocca di Papa – Telefonia si, telefonia no? Il dilemma scontro Crestini-Petrolati

0

via-vecchia-di-velletri-_carotaggio-per-antennaROCCA DI PAPA / Attualità – Sulle antenne a Rocca di Papa regna il caos. Per un traliccio ormai in disuso tirato giù da Monte Cavo  dall’Enel nei giorni scorsi, le preoccupazioni dei cittadini sono montate a seguito delle operazioni di verifica del terreno propedeutiche all’installazione di una nuova antenna di telefonia mobile in via Vecchia di Velletri ai Campi d’Annibale.

In molti, soprattutto genitori degli alunni che frequentano la scuola dell’infanzia che si trova sulla stessa via, si sono rivolti al primo cittadino Emanuele Crestini, il quale ha poi diramato una nota nella quale tira in ballo la vecchia Amministrazione Boccia, responsabile a suo dire di aver redatto un piano per la localizzazione della telefonia mobile sbagliato e di aver già firmato i contratti con i gestori. “Io e l’Amministrazione Comunale – ha scritto il Sindaco – abbiamo chiaramente riportato nel nostro programma elettorale che vogliamo togliere le antenne e che la salute viene prima di tutto. Pertanto ci vogliamo impegnare fino in fondo per rivedere il piano di localizzazione dei ripetitori”.

Il Piano per la localizzazione della stazione radio base è stato approvato con delibera di Consiglio comunale nel 2013 con l’intento di disciplinare la materia e porre dei vincoli all’installazione, in presenza di tutti i pareri necessari degli organi competenti, in modo da limitare l’impatto sull’ambiente e sulla popolazione, mantenendo comunque gli standard di efficienza. Il piano, redatto dai tecnici comunali, ha poi portato alla sottoscrizione di contratti di locazione delle aree disponibili con Vodafone, sia in via delle Barozze, dove le prove penetrometriche antisismiche sono state già effettuate, e sia in via Vecchia di Velletri, dove le stesse si stanno eseguendo in questi giorni.

La questione già all’epoca sollevò serie preoccupazioni, tanto che l’allora assessore ai Lavori Pubblici Mauro Fei, supportato dagli uffici comunali preposti, tenne una conferenza stampa per spiegare ai cittadini la bontà del piano per arginare la proliferazione indiscriminata di antenne sul territorio, a vantaggio peraltro dei privati.
Ad oggi però sul futuro di Rocca di Papa aleggiano due visioni contrapposte, quella del sindaco Crestini che ha detto di voler fare di tutto per “evitare antenne vicino  alla popolazione” e quella del delegato all’elettromagnetismo Bruno Petrolati che, parlando di delocalizzazione nel corso di un incontro pubblico, ha anche ammesso con ironia che la copertura di rete del territorio è inadeguata e andrà migliorata. Quindi?

Rocca di Papa – Le antenne infiammano il dibattito. Petrolati annuncia il nuovo corso, ma i cittadini rivendicano la propria salute

Telefonia Mobile, Fei: “A Rocca di Papa abbiamo evitato lo sviluppo incontrollato di nuovi tralicci”

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com