Partita sospesa al 43°, lo sfogo del Real Rocca di Papa: “Arbitraggio confuso”

0

ROCCA DI PAPA / Sport – “Rocca di Papa in balia di un arbitraggio poco professionale” è lo sfogo dei dirigenti a seguito della partita giocata in casa contro il W3 Roma Team nella mattinata di domenica.

“La squadra di Mr. Trinca si è vista punita molte volte con delle decisioni poco chiare e molte volte anche sbagliate da parte del direttore di gara Andrea Giardini, della sezione di Civitavecchia, il quale per tutti gli 88 minuti regolamentari è rimasto in un limbo tutto suo, dove al triplice fischio, non è riuscito a dare spiegazione ai dirigenti del Real Rocca Di Papa sulla sospensione dell’incontro”.
Dunque due minuti prima della conclusione del tempo regolamentare l’arbitro ha mandato tutti negli spogliatoi.
“Al momento della firma del referto, il sottoscritto, in qualità di Segretario del Real, Aresu Alessio, ha cercato in tutti i modi di avere spiegazioni sull’accaduto, e l’unica risposta ricevuta è stata ‘Impossibilità di far terminare il regolamentare tempo di gioco, a causa di comportamento rissoso da parte di entrambe le squadre’, cosa errata in quanto erano 2/3 giocatori di entrambe le squadre ad avere un diverbio un po’ acceso, e visto che il direttore di gara non era assolutamente coinvolto in questa situazione, con un po’ più di esperienza il tutto poteva calmarsi con l’utilizzo dei cartellini, senza sospendere la partita… Troppo facile così”.
La partita si è conclusa sul 2 a 0 per la squadra ospite.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com