Il sindaco chiarisce sul “si” al Referendum e bacchetta gli attivisti 5 Stelle. I manifesti? Solo vandalismo

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Dopo la polemica sollevata da un comunicato stampa diramato dagli attivisti del meetup di Rocca di Papa, e sulla scia delle discussioni politiche che hanno animato la scena locale, il sindaco di Rocca di Papa dirama una risposta, stigmatizzando la presenza di manifesti abusivi inneggianti il “si” al referendum come puro atto vandalico, da condannare, e non tralascia di lanciare stilettate ai grillini.

“Leggo con sorpresa ciò che hanno scritto quelli dei 5 stelle – insieme ad alcune testatine (?) locali – in merito alle affissioni abusive dei manifesti a favore del “sì” al referendum.

Prima di continuare faccio una chiara premessa: io e l’Amministrazione Comunale ci dissociamo completamente da questo gesto di sfacciato vandalismo politico. Per questo, gli uffici preposti sono già a lavoro per prendere provvedimenti immediati affinché le regole vengano fatte rispettare.

Il mio pensiero, però, va verso i responsabili, ovvero, con molta probabilità, qualche militante del PD. Ritengo intollerabile che si siano ignorate le più elementari norme sugli spazi elettorali. Perciò, al primo Consiglio Comunale, chiederò agli esponenti del PD in aula (Elisa Pucci, Pasquale Boccia e Silvia Marika Sciamplicotti) chiarimenti in merito a questo episodio di deliberata inciviltà politica e irresponsabilità civica. Spero che vogliano condividere la mia più ferma condanna per questi gesti.

Inoltre, sorrido al pensiero che gli pseudo 5 stelle si azzardino a insinuare che l’Amministrazione Comunale abbia chiuso un occhio davanti a queste affissioni abusive. Per l’ennesima volta, hanno tentato di strumentalizzare un fatto, distorcendolo ai propri scopi. Fossi in loro non mi spingerei ad accusare l’Amministrazione di faziosità, poiché personalmente ho sempre accolto ogni richiesta di incontro o convegno sul referendum (senza distinzioni fra “sì” o “no”) all’interno di sedi comunali. Tra queste richieste, ricordo bene un evento organizzato proprio dagli pseudo 5 stelle poche settimane fa, qui in Municipio.

Onestà intellettuale, etica politica e spirito di collaborazione.
Se al PD o agli pseudo 5 stelle mancano queste basilari premesse, mi permetto di consigliare loro di dedicarsi ad altre occupazioni anziché persistere nel tentare così goffamente di mettere in campo una sorta di inconsistente opposizione. Comunque tranquilli: da loro un’opposizione seria, competente e tesa al raggiungimento di risultati collettivi non me la sono mai aspettata”.

Manifesti abusivi e altre manovre. M5S e opposizioni all’attacco della Giunta

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com