Oggi l’ufficialità della delega a Serafini. “Per me i cani vengono prima di tutto”

0

ROCCA DI PAPA – Nel fuoco incrociato che vede contrapposta l’Amministrazione comunale (che sembra non ne azzecchi una) e le opposizioni, è finito nei giorni scorsi anche il neo delegato alla Tutela degli Animali Giorgio Serafini, che ricopriva il medesimo ruolo da consigliere con la precedente Giunta Boccia e che figurava tra i candidati a sostegno della candidata sindaco per il centrosinistra Silvia Marika Sciamplicotti. E’ stato lo stesso Serafini, nel giorno del Consiglio comunale in cui il sindaco ufficializzerà la delega, a spiegare sui social network le motivazioni che lo hanno spinto fin dal primo momento a cercare di mantenere il suo ruolo a difesa degli amici a 4 zampe, ruolo che – è bene sottolinearlo – non prevede compenso alcuno, anzi in tutta verità ci si rimette.  A Rocca di Papa, Comune che non è dotato di un canile, la gestione dei cani randagi è più complicata e dispendiosa, perchè gli esemplari vengono traferiti in rifugi in convenzione, con un costo giornaliero non indifferente.

Ecco allora che il delegato, unitamente alle associazioni animaliste, hanno svolto da sempre un ruolo determinante per spingere le adozioni o impegnarsi direttamente nel custodire cani “appoggiati” un pò qui e n pò lì. Lasciare tutto di colpo, per chi fa di questo impegno una ragione di vita, risulta complicato.

  “Prima della politica metto avanti la vita di tutti gli esseri viventi – ha dichiarato Serafini -. Ho fatto una scelta di vita cercando difendere gli animali, ho dato tempo, fatica e denaro e sto continuando a farlo sempre gratis, perché più di ogni cosa amo gli animali e questa mia passione ha fatto in questi anni risparmiare decine di migliaia di euro alle casse comunali e quindi ai cittadini di Rocca di Papa”.  “Mi auguro che non sia buttato al vento tutto quello che è stato fatto su questo tema, che è stato anche un valore di civiltà – ha aggiunto Serafini -, dal momento che siamo stati tra i primi nei Castelli ad adottare il regolamento ai diritti degli animali, abbiamo promosso le sterilizzazioni per i cani randagi, i cani liberi accuditi, le centinaia di cani affidati con le associazioni animaliste e voglio menzionare Arcipelago 2000 che non finirò mai di ringraziare per quello che ha fatto gratuitamente per questo problema. Amo gli animali, amo l’ambiente e la gente di questa meravigliosa città e cercherò di essere sempre utile in tutto ciò al di fuori di ogni credo e bandiere politiche”. Nel mare magnum della transumanza politica che ormai non stupisce neanche più di tanto, una transumanza in nome di ideali e valori è certamente più accettabile.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com