Pratoni del Vivaro, sono arrivati i primi contributi del Coni. Nuovo slancio ai lavori di sistemazione del centro equestre

0

ROCCA DI PAPA / Attualità – Si sono finalmente sbloccati i finanziamenti promessi dal Coni per i Pratoni del Vivaro, compendio equestre rinato  a maggio del 2016 grazie ad un gruppo di volontari e cavalieri affezionati. Il bene è stato affidato dal Demanio al Comune di Rocca di Papa, in forza dell’impegno preso dall’Accademia Caprilli- Pratoni del Vivaro del cavaliere Mauro Checcoli di riportare in funzione l’intera struttura e strapparla dal degrado nel quale era caduta dopo il fallimento della Fise.

L’altro ieri i primi 138mila euro, a fronte del contributo assicurato già da tempo dal Coni alla struttura di 200mila(dopo che anche ila possibilità di ripetere il sogno olimpico è naufragato), sono giunti ai destinatari per il tramite della Federazione, la quale ha visto lo scorso 23 gennaio la nomina del nuovo presidente Marco Di Paolo. Il resto del contributo spettante per la scorsa annualità sarà erogato una volta rendicontate le spese sostenute.

“Adesso possiamo ripartire seriamente con i lavori – ha detto Fabio Fani Ciotti, uno dei coordinatori del progetto -. Fino ad ora ci siamo impegnati in prima persona per dare una sistemata e consentire subito la fruizione del centro, ma con l’arrivo dei primi contributi possiamo sicuramente operare con più incisività. Le urgenze al momento sono l’impianto idraulico, la sistemazione dei campi prova e le scuderie, in modo da poter ospitare due importanti gare, una nazionale e l’altra internazionale, già dal mese di aprile”.

“Vogliamo fare dei Pratoni del Vivaro un centro prestigioso per la cultura e la pratica equestre – ha aggiunto Fani Ciotti – a livello mondiale, e perseguire soprattutto ambizioni etiche”.

Un sogno che riparte, fermento e tanto entusiasmo al Centro Equestre dei Pratoni del Vivaro che riapre finalmente i battenti

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com