Parte “Castelli di Scrittori”, il 25 marzo la Performance d’Autore con gli artisti di Rocca di Papa

0

ROCCA DI PAPA / Cultura – Ricordare la donna con la poesia e l’arte, in una riflessione scaturita dall’anima del poeta, anzi di due poetesse, anticipando di un giorno l’otto marzo: non poteva esserci migliore inaugurazione per le nuove iniziative di Castelli di Scrittori, evento ideato e organizzato dalla direttrice del BASC, dott.ssa Rosanna Massi, e di tutte le sue preziose ed efficienti collaboratrici. A fare gli onori di casa in un’affollata sala conferenze della Palazzina Vespignani, la dott.ssa Annarita Garbini, direttrice della Biblioteca albanense e infaticabile coordinatrice, con la dott. ssa Massi, dell’importante manifestazione letteraria giunta quest’anno alla V edizione.

A segnare l’incipit due poetesse tra le più note e valenti del territorio: Cinzia Gargiulo e Matilde Ventura, entrambe nel Direttivo dell’Associazione Di Terra e di Parole. Le due scrittrici si sono cimentate con i loro versi di squisita sensibilità in una doppia performance, accompagnate rispettivamente dal dott. Stefano Coletta, psicologo e dall’artista Paola Santangeli.

Attraverso immagini e versi Cinzia Gargiulo e Stefano Coletta hanno portato avanti una simbiotica, profonda analisi dell’attuale stato di malessere e inadeguatezza che rimarca la moderna società: noia, bullismo, anoressia, violenza, mancanza di empatia sono ricollegabili a un vivere sterile, privo di emozioni e di valori. I giovani sono disorientati e si trovano davanti a un vuoto esistenziale che drammaticamente rimarca le opulenti ( ormai non più ) società occidentali. E la poesia, con la voce di donna, si fa portavoce del malessere, ne fotografa sfumature e particolari nascosti cercando di avvicinare chi legge alle emozioni, donandone una forte carica empatica. Dalle emozioni all’Amore con l’iniziale maiuscola fino al riscatto attraverso se stesse: dove c’è sofferenza vanno fatte scaturire la fiducia e la forza. In un intimistico dolore e nello sguardo del dolore espressi nei versi di Matilde Ventura, nella musicalità di sillabe che richiamano a un corollario di riflessioni volte al ritrovamento di se stesse, veicola il messaggio che l’amore e le donne possono trionfare e far emergere una voce che dia spazio alla speranza; messaggio rimarcato dai colori e dalle forme artistiche delle opere di Paola Santangeli.

Un bel successo questa prima serata, volata in un battibaleno: soddisfatto il pubblico e le organizzatrici che hanno ringraziato i presenti, gli autori e con l’Amministrazione comunale, l’Assessorato alle Biblioteche di Albano per la disponibilità. Soddisfatte le organizzatrici che, salutando, hanno ricordato il prossimo appuntamento il 25 marzo, stesso luogo, stessa ora. La musica di Paolo Valbonesi, la teatralità della brava Alessia Tino e l’arte di Elettra Casali saranno la preziosa cornice che accompagnerà nuove Performances d’Autore. Saranno protagoniste stavolta la poesia di Aurora De Luca con Crepuscolare e il romanzo storico Testimone l’orizzonte con Lina Furfaro e la sottoscritta. Vi aspettiamo! 

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com